Home / Spettacoli / 'Tango macondo - Il venditore di metafore' a Monfalcone

'Tango macondo - Il venditore di metafore' a Monfalcone

La musica originale di Paolo Fresu, la danza e la letteratura sudamericana si intrecciano nella storia di Martofu e del suo grande amore, protagoniste il 9 e il 10 novembre

\u0027Tango macondo - Il venditore di metafore\u0027 a Monfalcone

La musica originale di Paolo Fresu, la danza e la letteratura sudamericana si intrecciano nella storia di Martofu e del suo grande amore, martedì 9, mercoledì 10 novembre, alle ore 20.45.

L’inaugurazione della Stagione di Prosa al Comunale è affidata a Tango Macondo - il Venditore di metafore, in scena martedì 9 e mercoledì 10 novembre alle 20.45. Fresco di debutto al Teatro Comunale di Bolzano, non poteva mancare anche all’interno del cartellone “AltroTeatro”, rassegna dedicata ai diversi linguaggi scenici e alla contaminazione tra questi. Lo spettacolo è infatti un vero e proprio viaggio tra diverse arti: intreccia la narrativa sarda (è liberamente ispirato al romanzo Il venditore di metafore di Salvatore Niffoi) con quella sudamericana, la prosa con la musica, per essere poi incorniciato dalla danza del tango passionale. A firmare drammaturgia e regia è il poliedrico Giorgio Gallione, che mette in scena un racconto fantastico orchestrando la narrazione, affidata a Ugo Dighero, Rosanna Naddeo e Paolo Li Volsi, le musiche originali evocative di Paolo Fresu, accompagnato dal suo ensemble (Daniele di Bonaventura al bandoneon e Pierpaolo Vacca all’organetto), e i danzatori del Deos Ensemble - Opera Studio.


La storia del “venditore di metafore” sardo Matoforu e del suo grande amore, Anzelina Bisocciu, si muove tra racconto epico e suggestioni coreografiche. Un viaggio fantastico “tra il delirio e la geografia” da Mamoiada, il paese in Barbagia del leggendario Carnevale e delle sue maschere diaboliche, fino a Macondo, il luogo nato dall’immaginazione di Gabriel García Márquez. A impreziosire questo sontuoso universo narrativo è la musica di Paolo Fresu: le sue composizioni e la sua tromba guidano il racconto, facendo fermentare passioni e follia. Narrazione e musica, tanghi e melodie popolari, riti arcaici e onirica contemporaneità: Tango Macondo ci restituisce il sapore incantato delle storie di una volta, che rispondono alla necessità dell’uomo di raccontare e ascoltare, che alleviano la fatica del vivere.

L’inedita colonna sonora è già disponibile in digitale (e dal 26 novembre su cd e doppio vinile). Nell’album, oltre alle composizioni originali per lo spettacolo, le emozionanti riletture di alcuni classici del tango con tre voci d’eccezione: Malika Ayane, Tosca ed Elisa.

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro, l’ERT di Udine, i punti vendita Vivaticket e su www.vivaticket.it; la Biglietteria accetta prenotazioni telefoniche (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17.00-19.00). Sono inoltre aperte le prevendite per tutti gli appuntamenti in cartellone nei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori