Home / Spettacoli / A Onde Frulane la 'Zornade Furlane dai Dirits'

A Onde Frulane la 'Zornade Furlane dai Dirits'

Il 27 febbraio, nell'anniversario della Joibe Grasse del 1511, nuove riflessioni sui diritti e sulle lotte in Friuli ed altrove nel mondo

A Onde Frulane la \u0027Zornade Furlane dai Dirits\u0027

Il 27 febbraio 1511 era giovedì grasso: quel giorno prese avvio la più grande rivolta popolare friulana, il riviel de Joibe Grasse. Quella sollevazione, soprattutto nelle campagne, assunse un carattere di rivendicazione degli “antichi diritti” delle comunità rurali friulane. Per questa ragione, ormai da un po' di anni, Radio Onde Furlane ha scelto di celebrare il 27 febbraio come Zornade Furlane dai Dirits (Giornata Friulana dei Diritti).

Anche nel 2020 per la “radio libare dai furlans” quell'anniversario sarà l'occasione per ricordare quei fatti e per stimolare la riflessione sui diritti fondamentali e sulle battaglie in atto per difenderli, in Friuli e altrove nel mondo, con una programmazione speciale, tra selezioni musicali a tema e rubriche di approfondimento.

La giornata sarà introdotta alle 9.00 dal direttore responsabile dell'emittente, Mauro Missana, e dal capo redattore Carli Pup. A seguire la voce di Barbara Minen rievocherà la rivolta della Joibe Grasse del 1511.


Alle 10.00 sarà proposta una puntata speciale di Dret & Ledrôs dal titolo Cuarante agns di Friûl, tra progjets di autoguvier e gnûf implants istituzionâi: un confronto a più voci sul tema dell'autogoverno del Friuli, condotto da Mauro Missana, con Giorgio Cavallo, Mauro Tosoni, Marco Stolfo, Adriano Ceschia, Massimo Moretuzzo e Federico Simeoni.

Una delle questioni chiave che sarà affrontata anche quest'anno nel corso della celebrazione della Zornade è quella dei diritti linguistici: l'attenzione sarà puntata sulla situazione delle comunità di lingua tedesca e slovena. Se ne parlerà, in particolare, alle 11.30, quando Paolo Cantarutti dialogherà con i rappresentanti della comunità sappadina, e alle 12.00, quando è in programma l'intervista di Carli Pup con Antonio Banchig, redattore del settimanale Novi Matajur.

Alle 12.30 il palinsesto dedicato alla Zornade Furlane dai Dirits prevede uno spazio specifico dedicato ai diritti in musica, con la puntata “a tema” di Babêl Europe, la rubrica dedicata alla produzione musicale nelle lingue minoritarie d'Europa a cura di Marco Stolfo.

Dalle 13.00 alle 14.30 la musica continua senza soluzioni di continuità, fino all'apertura, a cura di Mauro Missana e Carli Pup, della programmazione pomeridiana. Alle 15.00 ci sarà un nuovo spazio dedicato ai diritti in musica, con la puntata speciale di Tunnel, la rubrica curata e condotta da Giorgio Cantoni.

Dalle 16.00 alle 17.30 protagonisti i Dirits cence Confins, con due approfondimenti a cura di Carli Pup, dedicati rispettivamente alla Catalogna e al Kurdistan, con il giornalista e scrittore catalano Xavi Milian e con l'attivista curda Hazal Koyuncuer, e la replica della puntata speciale di Babêl Europe.

Dalle 17.30 alle 19.00 si ritornerà in Friuli, tra storia e attualità, con un approfondimento dedicato ai settant'anni delle Lotis dal Cormôr, di cui parleranno alle 18.00 Mauro Missana e Lorenzo Fabbro, preceduto e seguito dalle repliche, rispettivamente, dei programmi dedicati alle comunità di lingua tedesca e slovena già proposti in mattinata.

La Zornade Furlane dai Dirits si chiude all'insegna della musica: alle 19.00 con la replica di Tunnel, con Giorgio Cantoni, e dalle 20.00 alle 24.00 con una lunga programmazione di musica friulana e internazionale.

Il tutto sarà proposto sulle frequenze di Radio Onde Furlane – i 90 Mhz in gran parte del Friuli e i 90.200 e i Mhz in Carnia – e sarà diffuso in tutto il mondo in streaming. La programmazione della Zornade Furlane dai Dirits potrà essere seguita anche su tablet, smartphone, iPad e iPod attraverso la App, che permette a chiunque e dovunque di ascoltare la “radio libare dai furlans”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori