Home / Spettacoli / A Ronchi si rinnova la tradizione del curling bisiac

A Ronchi si rinnova la tradizione del curling bisiac

Dopo due anni di stop forzato, oltre 200 persone all'evento inaugurale della stagione

A Ronchi si rinnova la tradizione del curling bisiac

Più forte della pioggia. Il grande popolo del “curling bisiac”, almeno 200 persone, si è dato appuntamento, dopo due anni di stop forzato, per l'evento inaugurale della stagione numero 8 del torneo che, a Ronchi dei Legionari, assieme al Giardino di Natale, terrà banco, con passione e sano spirito agonistico, fino all'8 gennaio.

Nonostante il freddo e la pioggia battente, infatti, si sono ritrovati in moltissimi per la sfilata lungo le vie cittadine che, proprio per le avverse condizioni del tempo, si è sviluppata, scortata dagli agenti della Polizia locale e dai Carabinieri, da piazza dell'Unità d'Italia al parco Excelsior, passano lungo via Roma, via della Santissima Trinità e via Mazzini. Se non ci fosse stata questa pioggia il corteo sarebbe dovuto partire da piazza Santo Stefano, nel rione di Vermegliano, proprio come fu nel 2019. E che l'attesa sia tanta, così come le aspettative della vigilia lo sono, lo si è visto già ieri.

Con i rappresentanti delle 52 formazioni iscritte, alle quali vanno aggiunte le 16 del torneo Junior, con le loro sgargianti ed originali divise, le bellissime mascotte, la musica che è risuonata lungo le vie della città, grazie alla presenza dell'eclettica e dirompente “Discostajare streetband”.

Volti sorridenti, grande carica emotiva. Felicità, voglia di esserci. Ben 600 giocatori, da questa sera, sono pronti a confrontarsi in un torneo che, via via, vedrà svilupparsi, sulla grande pista di ghiaccio del parco Excelsior, qualcosa come 300 partite. Sette i gironi nei quali sono state inserite le squadre, alcune ormai alla loro ottava presenza e 5 al loro esordio. Si tratta de “I Gnoui” e de “I fora de pignata” di Ronchi dei Legionari, dei “Casoneri per caso” di Grado, dei “Papacroti”, ovvero gli aironi, di Isola Morosini e dei “Carsioniamoci” che riunisce giocatori provenienti da tutta la bisiacaria.

Un esordio magico il loro, pronti a battersi come fossero qui da sempre. “Siamo pronti e carichi – ha commentato il presidente dell'Asd Curling bisiac, Michele Poloni – e sono sicuro che, ancora una volta, sarà un torneo memorabile. Ci abbiamo messo sacrificio, passione ed il fatto che, nonostante le tante incertezze dei mesi passati, siano ben 52 le compagini ai nastri di partenza, testimonia quanto sentita sia questa tradizione nella nostra città”.

La settima edizione, ricordiamolo, fu vinta dagli “Adula...tori”, squadra che ha sempre preso parte alla kermesse assieme ad altre come, ad esempio, “Villaraspa”, le “Alci de Vermean” o quella tutta al femminile de “Le carighe de fredo”. Il via lunedì sera, con le prime gare messe in programma alle 19. Si giocherà anche martedi e mercoledì, giovedì 8 la pista sarà a disposizione per pattinare, mentre si tornerà ad usare le “scove” e le “tomiche” venerdì sera.

“Mi piace lo spirito che accompagna questa tradizione tutta ronchese – ha commentato il sindaco, Mauro Benvenuto – mi piace l'attesa con la quale si vive la vigilia delle gare e mi piace come le donne e gli uomini iscritti affrontano quello che è un altro momento di socializzazione e di aggregazione del quale abbiamo tutti un grande bisogno. Anche questa kermesse saprà fare grande il Natale a Ronchi dei Legionari, unico nel suo genere proprio grazie alla tenacia delle nostre associazioni”.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori