Home / Spettacoli / A Trieste il ritorno della ‘patchanka’

A Trieste il ritorno della ‘patchanka’

Il ‘Miela’ ospita la reunion de Les Negresses Vertes, in tour per celebrare i 30 anni di uno stile unico, simbolo della Parigi multirazziale di un tempo

A Trieste il ritorno della ‘patchanka’

Tra la fine degli Anni Ottanta e i primi Novanta, la Francia è riuscita a cambiare la musica oltre i suoi confini grazie a due band: i Mano Negra, da cui poi uscirà il talento globale di Manu Chao, e  Les Négresses Vertes, co-inventori della cosiddetta patchanka, un melting-pot musicale che è diventato anche un messaggio culturale.

Nei Négresses Vertes c’era tutta la Parigi multirazziale: non quella degli scontri di strada, ma quella degli incontri musicali tra etnie diverse, quella che si divertiva a mescolare suoni, parole e ritmi, quella che entrava in classifica per dimostrare che la tradizione francese poteva anche sporcarsi le mani con sonorità lontane e inglobarle nel contesto urbano di Parigi.
Figli di immigrati, la maggior parte algerini, un po’ zingari, un po’ punk, nel 1988 pubblicano il loro primo album “Mlah” (in arabo vuol dire “tutto bene”), che nel giro di due anni li faconoscere a tutto il mondo con il successo hit planetario di “Zobi La Mouche” e una tournée trionfale di 120 date che ha toccato l’Europa e, nel 1990, gli Stati Uniti e il Giappone.

Nel 1991 il secondo album “Famille nombreuse” raggiunge la consacrazione del pubblico, ma nel 1993 il brutto colpo, con la tragica scomparsa del cantante e paroliere Helno, personaggio di assoluto carisma, autore di indubbio talento cui Manu Chao dedicherà un brano, anni dopo.
Dopo nuove esplorazioni anche di diversi mondi musicali, elettronica compresa, lo scioglimento nel 2001. Passati 30 anni dalla pubblicazione di “Mlah”, Les Négresses Vertes sono tornati insieme, in formazione praticamente originale, per celebrare l’anniversario con un tour partito in Francia, che sabato 15 arriva al Teatro Miela di Trieste per una serata organizzata da Bonawentura.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori