Home / Spettacoli / A Verdi d'estate il Gorni Kramer Quartet

A Verdi d'estate il Gorni Kramer Quartet

Proseue, mercoledì 15 luglio, la rassegna estiva del teatro di Gorizia

A Verdi d\u0027estate il Gorni Kramer Quartet

Il viaggio tra i generi musicali di Verdid’estate, la rassegna estiva del Verdi di Gorizia, prosegue mercoledì 15 luglio con il Gorni Kramer Quartet, che alle 20.30 proporrà SWING ALL AROUND. Sebastiano Zorza alla fisarmonica, Marko Feri alla chitarra, Aleksandar Paunovic a basso elettrico e contrabbasso e Giorgio Fritsch a batteria e percussioni suoneranno musiche di Gorni Kramer, Tony Dannon, Luciano Fancelli, Alain Musichini, Richard Galliano, André Astier, Art Van Damme, Dominguinhos, Francesco Ferrari, Radames Gnattali, Joss Baselli, Frank Marocco. Il quartetto, nato nel 2003, propone una rilettura di brani del grande musicista e fisarmonicista scomparso nel 1995, oltre che di musiche legate all'età d'oro dello swing, sia italiano che francese, impegno documentato anche in due rilevanti progetti discografici: Notes vagabondes e Modulante.

Tutti gli spettacoli di Verdid’estate, dieci complessivamente, avranno inizio alle 20.30, con un biglietto unico di ingresso a 3 euro, che potrà essere prenotato tramite il form a cui si può accedere con l’apposito link sul sito del Teatro (http://www1.comune.gorizia.it/teatro/) o acquistato a partire da due giorni prima dello spettacolo in biglietteria dalle 17 alle 19 (esclusi sabato e domenica), oltre che dalle 19 alle 20 la sera stessa della rappresentazione. Per lo spettacolo di mercoledì 15 si potrà prenotare fino a lunedì 12. La prenotazione è consigliata ma non obbligatoria: non sarà possibile prenotare via mail o al telefono. Per consentire lo svolgimento della rassegna in sicurezza, gli spettatori avranno a disposizione 80 posti, tutti in Platea, in modo da consentire il distanziamento. Sarà obbligatoria la mascherina fino al momento in cui gli spettatori saranno seduti al loro posto e saranno forniti gel disinfettanti per le mani.


Gli appuntamenti teatral musicali di Verdid’estate continueranno con i grandi classici dello swing italiano e americano interpretati martedì 28 luglio dal trio vocale triestino tutto al femminile Les Babettes, in Cheek to cheek. Giovedì 6 agosto sarà la volta di Mirage del Baretè quartet, composto da musicisti con background musicali diversi che uniscono le loro personalità per elaborare composizioni originali, dove i suoni arcaici incontrano quelli moderni e i ritmi popolari si fondono con le armonie del jazz contemporaneo. Venerdì 28 agosto il mezzosoprano goriziano Romina Basso interpreterà Se la musica fosse il cibo dell’amore, un viaggio sentimentale nella musica delle corti seicentesche dall'Inghilterra all'Italia attraversando la Spagna. Martedì 8 settembre, nell’ambito della rassegna Nei suoni dei luoghi, la Camerata Laibach, ensemble cameristico sloveno composto da strumenti ad arco, porterà al Verdi Romantiche risonanze e colori europei.

Gli spettacoli del filone Young, per i più piccoli, saranno inaugurati martedì 21 luglio da Le quattro stagioni, di cui è protagonista un piccolo seme che aspetta di germogliare e che racconta i sempre sorprendenti avvenimenti che in ogni istante la natura offre. Lunedì 3 agosto Aladino e la lampada magica nella versione di Anà-Thema e Teatro della Corte di Udine affascinerà i mini spettatori. Martedì 25 agosto ne Il giardino del gigante il celebre racconto di Oscar Wilde farà riflettere sui temi della relazione, dell’amicizia e della necessità di aprirsi all’altro per conoscere e scoprire la bellezza della condivisione. La Contrada di Trieste racconterà martedì 1 settembre l’avventura di una ballerina di carillon che scende dal suo piedistallo in Sisì, Ottone e la cantina musicale.

Lo spirito di Verdid’estate è spiegato dal direttore artistico, Walter Mramor: “Ho pensato per Verdid’estate 2020 a un percorso tra i generi musicali: le sei serate che compongono il programma teatral-musicale spaziano dalla musica barocca alla musica romantica, dal jazz allo swing fino al cantautorato, con protagonisti artisti di spicco del nostro territorio - il mezzosoprano Romina Basso, il fisarmonicista Sebastiano Zorza, il trio femminile Les Babettes, il cantante Simone Bertogna, il Bareté Quartet - oltre a un’ospite dalla vicina Slovenia, l’ensemble d’archi Camerata Laibach, organizzato in collaborazione con Nei suoni dei luoghi. Sei eventi originali che ci immergono ognuno in una diversa atmosfera. Completano il programma quattro serate per i più piccoli, che hanno sofferto la chiusura imposta dalle misure di prevenzione, e possono ora rivivere la gioia del teatro dal vivo. Verdid’estate quest’anno si svolge in Teatro per una precisa scelta: offrire alla città e al pubblico la possibilità di riappropriarsi di questo meraviglioso spazio, ricominciare già quest’estate, a frequentare il teatro – in sicurezza e potendo godere del raffrescamento della sala. Vorrei terminare con un ringraziamento: questa rassegna è stata possibile grazie alla disponibilità e alla collaborazione degli artisti che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa. Il settore dello spettacolo è stato profondamente penalizzato dal lock down ed ora c’è bisogno di essere tutti uniti - artisti, pubblico, istituzioni - nella ripartenza”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori