Home / Spettacoli / C’era una volta la sala prove

C’era una volta la sala prove

Domenica 16 febbraio a Muzzana del Turgnano serata con 'Gli Autostoppisti del Magico Sentiero'

C’era una volta la sala prove

Dopo il successo della scorso appuntamento con Giorgio Pacorig e Walter Wattabass Sguazzin proseguono gli inviti per il pubblico ad assistere alle prove aperte di artisti talentosi, come se si trovassero appunto all’interno di una sala prove. Domenica 16 febbraio, alle 11.30, negli spazi di Soul Coworking Servizi a Muzzana del Turgnano (ingresso parcheggio), avremo l’opportunità di ascoltare “Gli Autostoppisti del Magico Sentiero”, al secolo Fabrizio Citossi (chitarra), Martin O Loughlin (didgeridoo) e Marco Tomasin (tromba).

Un viaggio sonoro che attraverso l'uso di strumenti convenzionali suonati in modo improprio si propone di perlustrare percorsi che dividono luoghi molto distanti tra loro, anche spirituali, osservati attraverso il suono di tromba, chitarra e didgeridoo: una evocazione di sentieri magici e sonori ispirata dal romanzo di Bruce Chatwin “Le vie dei canti” (Adelphi, del 1953), esperimento in anteprima della nuova tournée.

Questo nuovo appuntamento del “Laboratorio live a basso impatto”, studiato appositamente in versione carnascialesca, in collaborazione con New Model Label di Ferrara, sarà inoltre accompagnato dalla degustazione di tranci gourmet “Antichi Grani” di Gioroldo’s Pizza di Flambro, originale prodotto enogastronomico della zona. Il pubblico potrà interagire con gli artisti con domande e richieste, per creare una sorta di interazione unica fra i partecipanti e musicisti.

L’appuntamento, irrinunciabile, è quindi per domenica 16 dalle 11.30: immancabile l’ascolto di nuove sonorità abbinate al gusto. Ingresso lato parcheggio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori