Home / Spettacoli / Concerti a Palazzo, recital pianistico con Edoardo Braga e Andrej Shaklev

Concerti a Palazzo, recital pianistico con Edoardo Braga e Andrej Shaklev

Concerti a Palazzo, recital pianistico con Edoardo Braga e Andrej Shaklev

Venerdì 15 ottobre, a Palazzo Ragazzoni a Sacile, ritorna la rassegna concertistica internazionale giunta alla 15a edizione con tre appuntamenti

Dopo il grande successo del concerto sinfonico che ha visto protagonisti, in una sera di grandi emozioni, i due giovanissimi talenti Tobias Ingrosso al violoncello e Luca Bello alla fisarmonica, accompagnati dall’orchestra diretta dal M° Mario Zanette, applauditissimi dal pubblico numeroso che ha riempito tutti i posti disponibili al Teatro Zancanaro e che ha saputo apprezzare la loro qualità tecnica e maturità interpretativa, il XXV FVG International Music Meeting, evento organizzato dall’Associazione Ensemble Serenissima, con il contributo ed il sostegno del Comune di Sacile, della Regione Fvg e della Fondazione Friuli, mette sotto i riflettori ancora giovani talenti. Venerdì 15 ottobre alle ore 20.45 a Palazzo Ragazzoni a Sacile infatti, ritornano i “Concerti a Palazzo”, rassegna concertistica internazionale giunta alla 15a edizione con tre appuntamenti che, nella ricchezza dei programmi, evidenzieranno percorsi musicali eterogenei, a volte anche in contrasto fra loro, con varietà di ensemble e di formazioni.


La prima serata vedrà il pianista Edoardo Braga nell'esecuzione della Kreisleriana op.16 di Robert Schumann, otto pezzi, ora febbrili e allucinati ora distesi e apparentemente sereni dove grandi ondate emozionali si accavallano, si mescolano, si perdono nelle profondità di crisi misteriose, in un continuo ascendere verso le vette e precipitare verso gli abissi, in uno stato di perpetua esaltazione e agitazione.

Nella seconda parte il pianista macedone Andrej Shaklev proporrà la Sonata op.81 di Beethoven, l'unica sonata pianistica e una fra le pochissime composizioni del catalogo beethoveniano per le quali l'autore abbia previsto una precisa e dichiarata idea programmatica, con una timbrica sobria e contenuta, le dimensioni non vaste e l'assenza di drammatiche estroversioni, il Notturno op.55 n.2 di Chopin, distillato di sapienza polifonica, sensibilità armonica, fantasia ritmica e ricerca timbrica. Conclude la serata La Valse di Ravel, "impressione di un fantastico, fatale movimento roteante" come lo definì il compositore stesso. La rassegna, quest’anno rimodulata a causa dell’emergenza epidemiologica, ma sempre di grande spessore qualitativo, proseguirà il 22 e il 29 ottobre sempre al Ragazzoni.

L’ingresso è libero con green pass. Info su www.ensembleserenissima.com.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori