Home / Spettacoli / Dai madrigali cinquecenteschi alle avanguardie del Novecento

Dai madrigali cinquecenteschi alle avanguardie del Novecento

La visione di Dante attraverso i secoli, venerdì 26 novembre, al Teatro comunale di Monfalcone

Dai madrigali cinquecenteschi alle avanguardie del Novecento

Al Comunale torna la musica ispirata a Dante Alighieri, nell’ambito delle celebrazioni per i 700 anni dalla sua morte. Il secondo dei tre appuntamenti inseriti nella rassegna “Dante 700” è per venerdì 26 novembre, alle ore 20.45, con Giuseppe Andaloro. Pianista fra i più apprezzati della sua generazione, presenta un articolato repertorio nel segno del Sommo Poeta, con pagine dal Rinascimento di Luca Marenzio fino al Novecento di Ermanno Wolf-Ferrari.

Andaloro, palermitano, classe 1982, nella sua intensa attività concertistica spazia dal repertorio rinascimentale alla musica moderna e contemporanea. Che il fermento culturale del Quattrocento, con la sua polifonia vocale, abbia saputo interpretare al meglio l’espressività delle composizioni dantesche, lo si percepisce chiaramente in questo programma che inizia proprio con due madrigali musicati su sonetti dell’Alighieri. Il primo di Luca Marenzio, il più acclamato autore di madrigali del suo tempo, e il secondo del contemporaneo Luzzasco Luzzaschi. A fare da contraltare alla “donna angelicata” protagonista dei sonetti stilnovisti, non poteva mancare la passione di Francesca da Rimini e Paolo Malatesta, che trova il suo apice espressivo nel romanticismo di Čajkovskij e Rachmaninov. Del primo spicca il carattere visionario della fantasia per orchestra, cifra che gli valse l’immediato successo; della seconda e più ambiziosa opera in un atto di Rachmaninov, Giuseppe Andaloro esegue la trascrizione dell’aria per soprano. La celebre Dante Sonata di Liszt, ispirata alla lettura della Commedia, traghetta lo spettatore al novecentesco Ermanno Wolf-Ferrari e va a chiudere un percorso tra XVI e XX secolo di composizioni ispirate all’opera dell’Alighieri.


I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro, l’ERT di Udine, i punti vendita Vivaticket e su www.vivaticket.it; la Biglietteria accetta prenotazioni telefoniche (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17.00-19.00). Sono inoltre aperte le prevendite per tutti gli appuntamenti in cartellone nei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori