Home / Spettacoli / Festival della canzone funebre: è l’anno giusto

Festival della canzone funebre: è l’anno giusto

Festival della canzone funebre: è l’anno giusto

A Rivignano nuova edizione dello ‘speciale’ contest ‘a tema’ per band e cantautori. Finale? Il 2 novembre...

Da una decina di anni, è diventato un appuntamento ineluttabile… come il tema trattato. Il Festival mondiale della canzone funebre, nato grazie all’intuizione dell’associazione Musicisti Tre Venezie, sviluppando la tradizione della Fiera dei santi di Rivignano, ma innestata di robuste dosi di canzone d’autore e ironia, senza però mai sfociare nella goliardia, e con presenze di assoluto livello. Il festival quest’anno è annunciato ‘sorprendente’, perché la competizione si svolgerà in cinque appuntamenti: nelle prime quattro giornate, 4 gruppi o cantautori singoli alla volta si contenderanno la possibilità di arrivare alla finale del 2 novembre. Tema obbligato del programma: almeno un brano di propria composizione a tema funebre (per informazioni e iscrizioni: musicistitrevenezie@gmail.com)
“Per colpa del Covid – scherza, ma non troppo, il deus ex machina Rocco Burtone - il Festival quest’anno fa sentire in colpa partecipanti e organizzatori, che si stanno già chiedendo se il sindaco Anzil e l’assessora Piantoni rivestiranno come l’anno scorso i panni dei valletti. Ma che colpa abbiamo noi se la notte cade su di noi e la pioggia cade su di noi? Data la situazione catastrofica, si era pensato di spostare il festival in luoghi più adatti, come il paese di Heidi, dove i monti sorridono. E invece no: si va avanti col trullallero trullallà e il Festival della canzone funebre resta a Rivignano affinché il friulano dell’osteria ne esca meglio di prima, così come han fatto numerosi musicisti. Quest’anno il 2 novembre cade di lunedì e noi speriamo che non cada male. O almeno, speriamo poi di poterci rialzare…”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori