Home / Spettacoli / Filippo Giardina presenta il monologo 'Dieci'

Filippo Giardina presenta il monologo 'Dieci'

Il comico inaugura, venerdì 28 gennaio, la rassegna di Stand Up Comedy ideata dal Capitol di Pordenone

Filippo Giardina presenta il monologo \u0027Dieci\u0027

Sarà Filippo Giardina ad inaugurare, venerdì 28 gennaio, la rassegna di Stand Up Comedy ideata dal Capitol di Pordenone in collaborazione con The comedy Club,“StandUPN”.

Romano, classe 1974, comico e monologhista satirico italiano. Dal 2001 porta in tour i suoi monologhi satirici registrando sold out in club e teatri di tutta Italia, tra i suoi monologhi: Scusate ma oggi vomito (2001), Lavori in corso (2005), Solerte Accidiasesso politica religione e altre cose sporche (2010), Sesto Potere (2013), Contumelie (2015), Lo ha già detto Gesù (2017). Nel 2009, Filippo Giardina ha fondato il collettivo satirico Satiriasi Per la TV ha partecipato al cast di "Stand Up Comedy" su Comedy Central IT, "Sbandati" su Rai2 e "Nemico Pubblico" su Rai3. Il suo monologo “Mosche Depresse” è apparso come skit nell’album di Dani Faiv (Sony). Autore del Podcast "SESTO POTERE: INDAGINE SUI SOCIAL NETWORK". I suoi 2 show su YouTube hanno oltre 1 milione di views. Il suo ultimo Special "FORMICHE" è online su THECOMEDYCLUB.IT.


Dal 2021 riprende il tour live con il suo decimo monologo satirico: "Dieci". Dieci è il decimo monologo satirico di Filippo Giardina. Dieci è lo spettacolo della definitiva liberazione di Giardina dal comune senso del pudore. Dieci è il viaggio di un comico che ha passato 20 anni della sua vita a parlare da solo su un palco e non sente più il bisogno di essere legittimato. Dieci dissacra quel posticcio dolore esistenziale che in un mondo reale sempre più accartocciato nel virtuale, è diventato il filo conduttore della vita di tutte le persone che abitano il mondo ricco. Dieci continua il percorso di critica ai social network in un una società che ottusamente si ostina a non comprenderne la gravità. Dieci abusa costantemente della libertà di espressione per sollevare dilemmi etici. Dieci è un viaggio nel senso dell’umorismo che costringerà gli spettatori a pagare il prezzo di vedere disintegrate le proprie certezze attraverso una risata. Dieci è uno spettacolo che parla degli ultimi senza pietismo né compassione ma con umana empatia. Dieci parla con disprezzo della dominante cultura della popolarità facendosi carico del rischio di essere profondamente impopolare. Dieci è un monologo satirico che racconta una società che ha completamente dimenticato che cosa sia la satira. Dieci è la fotografia disincantata.

Giardina ha composto un manifesto in cui in 15 punti ha espresso i principi fondamentali ai quali uno stand-up comedian dovrebbe attenersi, due dei punti del manifesto recitano: "La satira è intelligente, chi la fa non sempre." "Se il pubblico è già d'accordo con quello che stai per dire, forse non c'è bisogno che tu lo dica." Recentemente ha dichiarato: "In un monologo di tanti anni fa sognavo un futuro nel quale sarei diventato l’idolo dei malati mentali… Io credo che ci stiamo avvicinando alla fine della Pandemia, e sono certo che quando si riuscirà a parlare di cose più interessanti di virus, scopriremo un mondo radicalmente cambiato, in cui tanta gente è completamente impazzita. E io sarà li, pronto a blandire e a circuire le persone fuori di testa cercando di convincerle che l’unico modo per salvarsi e salvare il mondo è venire ai miei spettacoli. Quante volte in questi due anni avete litigato online? Quante volte avete commentato pubblicamente qualcosa? Quante volte avete scritto un post utilizzando il plurale…”Ci vogliono…” Datevi l’ultima possibilità della vostra vita, uscite di casa e provate il brivido di spegnere per un paio d’ore lo smartphone. State male ed è giusto che qualcuno invece di compatirvi ve lo dica con sincerità." Uno deve pescare dal proprio vissuto ma bisogna sempre ricordarsi che sul palco un comico gioca e se non fa ridere non è un comico. Non ci sono mezze misure. Poi non è possibile fare ridere tutti, ma devi comunque infilare comicità dentro quello che dici altrimenti è una predica.

La satira non è mai un buon campo su cui lavorare, perché tendenzialmente devo sempre far ridere e non cercare il consenso del pubblico a tutti i costi. Quindi, per assurdo, se la satira andasse di moda farebbe schifo. È la voce degli ultimi, quella che si pone contro il pensiero dominante. Non è per tutti, ma per chi ha voglia di ridere di certi temi forti .

La rassegna StandUPn, che vedrà protagonisti i migliori comedians italiani, è organizzata in collaborazione con The Comedy Club, agenzia di produzione eventi, comunicazione e management artistico, con la missione di diffondere la comicità Stand Up al grande pubblico attraverso live club in tutta Italia. Sul palco del Capitol un poker d'assi della Stand Up Comedy italiana, quattro autori e monologhisti pungenti, controversi, acutissimi, sarti della parola e della risata, rappresentanti della e appartenenti alla migliore scuola satirica del nostro Paese: FILIPPO GIARDINA, LUCA RAVENNA, STEFANO RAPONE, DANIELE TINTI.

Per il linguaggio utilizzato e i contenuti trattati Dieci è uno spettacolo vietato ai minori di 16 anni. Biglietto: €15 + d.p. acquistabile online sul circuito di The Comedy https://bit.ly/Giardina2801PN o in biglietteria al Capitol la sera dell'evento

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori