Home / Spettacoli / Folkest chiude con un omaggio ai Bintars e a La sedon salvadie

Folkest chiude con un omaggio ai Bintars e a La sedon salvadie

Appuntamento venerdì 26 agosto, alle 21, in piazza Libertà a Udine

Folkest chiude con un omaggio ai Bintars e a La sedon salvadie

Venerdì 26 agosto, alle 21, in piazza Libertà, a Udine, Folkest chiude la sua 44esima edizione con "Quarant’anni di musica friulana con i Bintars e La sedon salvadie".

I Bintars, formato da Alessandro Piva (armonica diatonica e chitarra) Ezio Qualizza (armonica diatonica e chitarra) e Francesco Piva (contrabbasso, bombardino), sono protagonisti di un lungo viaggio iniziato quando nel 1977 Angelico Piva, musicista di solida esperienza cresciuto a Milano e grande appassionato di Jazz, ma anche della musica popolare del suo Friuli, e Roberto Tonutti, esordiente nel campo della musica, ma con innate doti da front-man e intrattenitore, decidono di fondare un gruppo musicale con Eliseo Jussa che con il suo stile unico e inconfondibile sull’armonica diatonica è già al tempo una leggenda nella Slavia Friulana.

Da allora si sono susseguiti moltissimi suonatori, cantanti e intrattenitori nella formazione che, come diceva scherzosamente Angelico, è come una squadra di calcio con un’enorme panchina! Fondato nel 1982, La Sedon Salvadie (Andrea Del Favero, Lino Straulino, Luca Boschetti e Fulvia Pellegrini) è stato il primo gruppo a interpretare con uno spirito nuovo la musica tradizionale del Friuli, una regione dove differenti minoranze etniche convivono da secoli.

E’ il più significativo gruppo folk friulano e uno dei migliori in Italia. Nel corso di un concerto de La Sedon Salvadie ascolterete antichi strumenti, cornamuse e violini danzeranno insieme con percussioni, organetti diatonici, chitarre e bassi: un suono di grande impatto, aperto alle moderne contaminazioni. Nel corso della loro lunga carriera questi musicisti hanno effettuato tournée in molti paesi e partecipato a spettacoli radiofonici e televisivi in Europa e in America.

La Sedon Salvadie si presenta sul palco a distillare un suono moderno con antichi sapori, dove cornamuse e violini si mescolano alle armoniche diatoniche e alla magia delle voci, e pelli e cucchiai danzano con chitarre e bassi elettrici.

Informazioni e orari www.folkest.com

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori