Home / Spettacoli / Folkest porta in viaggio la musica

Folkest porta in viaggio la musica

Tanti concerti disseminati per tutta la regione prima di entrare nel clou della rassegna, a Spilimbergo dal 19 al 23 agosto

Folkest porta in viaggio la musica

Tanti concerti disseminati per tutta la regione! Folkest contamina tutti con l'energia della sua musica prima di entrare nel clou della rassegna, a Spilimbergo dal 19 al 23 agosto.

Già dal 5 agosto a Marsure di Aviano dalle 20.30, Vincenzo Zitello, primo divulgatore e pioniere dell’arpa celtica, caposcuola a livello europeo, suonerà le sue magiche arpe.
Venerdì 6 agosto saranno tre gli appuntamenti, iniziando da Cassacco, con il complesso di musica popolare romana Il Muro del Canto, un omaggio alla tradizione canora romana descritta con tutta la disillusione e la rabbia dell’uomo che vive nel presente, tra folk, punk e Morricone, per poi passare a Lusevera, con la Contrada Lorì e la tradizione popolare del veronese e finire a Stevenà di Caneva con il mitico Michele Ascolese, un grande nome nel circuito musicale italiano, associato a quello di Fabrizio De André, grazie alla collaborazione con il festival Frattempi.

Il 7 agosto appuntamenti a Cercivento con l'Ensemble Sangineto, legato alle figure dei fratelli Sangineto, che suonano strumenti costruiti dal padre, il noto liutaio Michele. A Papariano doppio concerto con i Mesudì, tre voci mediterranee che s’intrecciano alle percussioni, e Fabrizio Poggi, cantante, armonicista e scrittore, un grande personaggio che nel 2019 ha sfiorato addirittura la vincita del Grammy per la categoria Blues. Domenica ci si sposta a Pulfero dove i Bevano Est propongono una fusione di generi, partendo dagli strumenti della musica popolare della Romagna. A Toppo di Travesio i Motus Laevus incanteranno con sonorità world e jazz. Il 9 agosto a Sauris appuntamento con Musica tra la gente con i Bintars, mentre il 10 a Piano d'Arta Matteo Sgobino & Lune Troublante presenteranno il loro nuovo lavoro discografico gypsy-jazz e a Pinzano al Tagliamento si terrà un doppio concerto con Alvise Nodale e i Violoncelli Itineranti featuring Ana Pilat. L'11 agosto a Campoformido ancora l’armonica a bocca sugli scudi, con il trio formato da Andrea Fiore, Gianni Massarutto e Marco Martin, e a Romans d'Isonzo Michele Pirona e Stefano Andreutti con chitarra e percussioni faranno da battistrada per le magie irlandesi dei Birkin Tree. Il 12 ad Artegna i travolgenti ritmi balcanici dei Nema Problema e ad Aurava di San Giorgio della Richinvelda replica dei Birkin Tree.
Il 13 agosto a Polcenigo Paolo Bonfanti e Martino Coppo esploreranno tutte le strade possibili negli intrecci di corde fra chitarra e mandolino.
Il 14 agosto a Tramonti di Sopra spazio allo strano connubio tra musette e musiche marchigiane del Roberto Lucanero Trio e a Reana del Rojale con le cinque fate della musica celtica, le Green Clouds.
Il 16 Alessandro Anderloni e Mauro Palmas trascineranno i presenti in uno spettacolo itinerante dedicato alla Divina Commedia in tre affascinanti luoghi spilimberghesi.
Il 18 agosto ancora tre gli appuntamenti, a Prato Carnico con la musica irlandese dei Wooden Legs, a Flaibano con lo stralunato Sudamerica dei Surealistas e al teatro Verdi di Gorizia una superproduzione in collaborazione con il Coro del Friuli Venezia Giulia, con il coro stesso e un ensemble costruito intorno alla figura di Aleksandar Sasha Karlic, mentre il 19 agosto arriva a Duino Aurisina il folk toscano di Giuditta Scorcelletti e Maurizio Geri e una serata dedicata a Hemingway a Solighetto con il musicista, regista e attore, Giovanni Giusto.
Info orari e prenotazioni www.folkest.com

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori