Home / Spettacoli / I Percussionisti del Conservatorio di Udine presentano il Pordenone

I Percussionisti del Conservatorio di Udine presentano il Pordenone

Mercoledì 23 ottobre, al Teatro Verdi, alla presenza di Vittorio Sgarbi, l'inaugurazione dell'attesa mostra dedicata al pittore Giovanni Antonio de' Sacchis

I Percussionisti del Conservatorio di Udine presentano il Pordenone

Mercoledì prossimo 23 ottobre alle ore 20.45, al Teatro “G. Verdi” di Pordenone, i Percussionisti del Conservatorio di Udine prenderanno parte a un evento culturale di assoluto rilievo, l'inaugurazione, alla presenza di Vittorio Sgarbi, della mostra dedicata al pittore Giovanni Antonio de' Sacchis, detto il Pordenone. Il prestigio dell'evento sarà sottolineato dalla prima esecuzione assoluta di Stabat Mater del compositore friulano Valter Sivilotti. Accanto ai solisti dell'Accademia Musicale “Naonis”, ad “ArteVoce Ensemble” e all'Accademia Giovanile del Coro del Friuli Venezia Giulia, il gruppo “Percussionisti del Conservatorio di Udine”, coordinato dal docente Roberto Barbieri, vedrà la partecipazione di Luca Carrara, Gianni Casagrande, Giorgio Fritsch, Simone Grassi e Francesco Tirelli.
Lʼassieme di percussioni nasce, quale organico variabile dal duo all'ottetto formato da allievi ed ex allievi del “Tomadini”, come progetto didattico e di ricerca con lʼintento di approfondire lʼinterpretazione e le problematiche della musica dʼinsieme “per” e “con” le percussioni. Il repertorio spazia dai brani divenuti oramai “classici” per la percussione fino alle nuove musiche, alcune scritte appositamente, dove i compositori spesso lavorano in collaborazione con gli strumentisti all'insegna di un  vero e proprio laboratorio artigianale reciprocamente proficuo. I Percussionisti del Conservatorio di Udine hanno collaborato con i Percussionisti della Scala di Milano e  sono stati protagonisti di progetti musicali di rilievo quali “Musiche di queste terre”, “Omaggio a John Cage”, “RiPercussioni” a Venezia, “Vicino/Lontano-Premio Terzani ed “Estate in città” a Udine, “Musica a 4 stelle” a Pordenone, “Asiago Festival”, “I giorni della musica” dellʼUniversità delle Arti di Tirana “Festivalpercussioni” di Campobasso, “Palcoscenico Contemporaneo” e “Lo spirito e il numero” presso il Teatro Giovanni da Udine, oltre a recenti rilevanti produzioni del Conservatorio di Udine quali “Omaggio a Luciano Berio” e “Omaggio a Ligeti”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori