Home / Spettacoli / I Tre Allegri Ragazzi Morti lanciano il docu-live 'A casa Tua'

I Tre Allegri Ragazzi Morti lanciano il docu-live 'A casa Tua'

Appuntamento, mercoledì 21 aprile , in streaming su Bandcamp

I Tre Allegri Ragazzi Morti lanciano il docu-live \u0027A casa Tua\u0027

Il mondo degli spettacoli e della cultura, dell'arte, del teatro, del cinema e della musica non se la passano bene. Le restrizioni dovute alla pandemia stanno mettendo in ginocchio l'intero settore. Non solo gli artisti, ma anche le maestranze e tutti gli operatori culturali che gravitano attorno al mondo dello spettacolo sono fermi da molti, troppi mesi. Proprio con l’obiettivo di sostenere i live club italiani in attesa della riapertura, la band pordenonese dei Tre allegri ragazzi morti ha prodotto un docu-live che verrà trasmesso in streaming esclusivo su Bandcamp il prossimo 21 aprile.

L’importo del biglietto andrà per una metà a copertura dei costi di produzione del concerto-documentario stesso e per metà al locale scelto in fase d’acquisto tra i 25 aderenti all’iniziativa. Per questo motivo il consiglio della band è “scegli il locale della tua zona e ci vediamo a casa tua. La scelta che farai scrivila a acasatuatarm@gmail.com”.


Il docu-live racconta i concerti estivi del 2020 e l’intimo ritorno della band mascherata nelle proprie case in Friuli Venezia Giulia. Un’occasione unica per vivere l’emozione del concerto dal vivo a casa tua e per vedere Davide Toffolo, Luca Masseroni ed Enrico Molteni in una dimensione inedita e confidenziale.
Il docu-live sarà trasmesso in diretta streaming il giorno 21 aprile, alle 21, sul canale Bandcamp della band (https://tarm.bandcamp.com) e rimarrà disponibile anche per le 24 ore successive.

Il docu-live dura un’ora e dieci minuti e la regia è affidata al frontman Davide Toffolo, reduce dala Festival di Sanremo, dove si è esibito con gli Extraliscio.

Link all’acquisto del biglietto: http://bit.ly/tarm-docu-live

Questi i 25 locali che sarà possibile sostenere con i €15,00 del biglietto:
Astro Club - Fontanafredda (PN)
Bronson - Ravenna
Capitol - Pordenone
Cas'Aupa - Udine
Covo Club - Bologna
Csoa Cox 18 - Milano
Duel Club - Pozzuoli (NA)
Estragon Club - Bologna
Hiroshima Mon Amour - Torino
Il Cane - Genova
Largo Venue - Roma
Latteria Molloy - Brescia
Live Club - Trezzo d'Adda (MI)
Locomotiv Club - Bologna
Mamamia - Senigallia (AN)
Monk Club - Roma
New Age Club - Roncade (TV)
Off - Modena
SMAV - Santa Maria a Vico (CE)
Spazio 211 - Torino
Teatro Miela - Trieste
The Cage - Livorno
TPO - Bologna
Vibra Club - Modena
Vidia Club - Cesena (FC)


Tarm, alternativi fin dalla formazione

Conosciuti per le loro performance mascherate e per i loro live di rock essenziale, Tre allegri ragazzi morti sono considerati uno dei pilastri della scena rock alternativa italiana fin dalla loro formazione, nel 1994. 
 
Nati sotto la guida del celebre fumettista Davide Toffolo, la band è formata dal batterista e membro originario Luca Masseroni e dal bassista Enrico Molteni, aggiuntosi alla band per il primo album ufficiale “Piccolo intervento a vivo” (1997 BMG/Ricordi), preceduto dagli auto-prodotti su audiocassetta “Mondo naïf” (1994), “Allegro pogo morto“ (1995) e “Si parte” (1996). 
 
“Piccolo intervento a vivo” è un live, per il primo disco di inediti (secondo i crismi della discografia vera e propria) bisognerà aspettare il 1999 con “Mostri e normali”, sempre per BMG/Ricordi. È con questo lavoro in bilico tra pop e rock che la notorietà e l’attività live della band cominciano a crescere notevolmente. 
 
Il rapporto con la major ha però breve durata e la band pubblica l’EP “Il principe in bicicletta” nel 2000 con la neonata e da sé stessi fondata La Tempesta, che negli anni a seguire darà luce a buona parte della miglior musica indipendente italiana. 
 
Nel 2001 viene pubblicato “La testa indipendente”, prodotto da Giorgio Canali, che contiene una delle più conosciute canzoni della band: “Ogni adolescenza”. La prolifica carriera del gruppo prosegue nel 2004 con la pubblicazione de “Il sogno del gorilla bianco”, disco caratterizzato da leggere venature etniche. Il trio pubblica il suo quinto album nel 2007, dal titolo “La seconda rivoluzione sessuale”, uno dei lavori più amati e che contiene il singolo “Il mondo prima”. Nel loro album “Primitivi del futuro” del 2010 iniziano ad essere presenti le prime influenze reggae che proseguono mescolate ad altri suoni di un’etnia immaginaria fino all’album “Nel giardino dei fantasmi”, rilasciato a dicembre 2012, sempre da La Tempesta. 
 
A celebrare un 2013 che li ha visti come uno dei gruppi di punta della scena italiana, grazie anche al tour insieme a Jovanotti con cui hanno condiviso i palcoscenici dei maggiori stadi italiani, Tre allegri ragazzi morti intraprendono un tour europeo che ha toccato Londra, Bruxelles, Parigi e Barcellona. Nel luglio dello stesso anno pubblicano, in allegato facoltativo al numero 88 della rivista XL di Repubblica, un album live chiamato “Il fantastico introvabile live. Bootleg”.
 
Il 2014 è dedicato al ventennale della band (#tarm20 - Una festa lunga un anno) con la pubblicazione dell’autobiografia a fumetti di Davide Toffolo “Graphic novel is dead”, la realizzazione di un musical basato sul fumetto “Cinque allegri ragazzi morti” e il tour “Aprile 1994” in cui la band ha eseguito per intero le prime cassette registrando una serie di sold out in tutta la penisola.
 
Nel 2015 Tre allegri ragazzi morti si esibiscono nel tour “Unplugged”, una serie di concerti acustici in locali di piccole dimensioni (da cui l’album “Unplugged - Live”) e nel maggio dello stesso anno la band pubblica l'album “Quando eravamo swing”, una raccolta di brani arrangiati in stile swing con l'Abbey Town Jazz Orchestra, con la collaborazione di Maria Antonietta nel brano “Occhi bassi serenade”, al quale è seguito il tour estivo di presentazione dell'album.
 
Il 12 gennaio 2016 la band annuncia il nuovo album dal titolo “Inumani” uscito nel marzo successivo per La Tempesta Dischi. Il 25 febbraio viene pubblicato il primo singolo estratto dal disco, "In questa grande città (La prima cumbia)", che vede la partecipazione di Jovanotti. Grazie ad “Inumani” Tre allegri ragazzi morti partecipano ad alcune trasmissioni televisive come “Quelli che… “ e “Che tempo che fa”. Il tour di Inumani è composto da una sessantina di date, molte delle quali con ospiti speciali sul palco Monique Mizrahi ed Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion).
 
Il 30 ottobre 2018 Tre allegri ragazzi morti pubblicano il nuovo singolo “Caramella”, seguito da “Bengala” e “Calamita”, brani che anticipano “Sindacato dei sogni”, il nuovo disco di inediti uscito il 25 gennaio 2019. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori