Home / Spettacoli / Il Verdi di Pordenone inaugura la stagione con il concerto-balletto 'Stravinsky’s Love'

Il Verdi di Pordenone inaugura la stagione con il concerto-balletto 'Stravinsky’s Love'

Il Verdi di Pordenone inaugura la stagione con il concerto-balletto \u0027Stravinsky’s Love\u0027

Aperte le prevendite per lo spettacolo di apertura della programmazione autunno-inverno in programma venerdì 15 ottobre

Aperte le prevendite per lo spettacolo di apertura della programmazione autunno-inverno del Teatro Verdi di Pordenone: un evento d’eccezione, proposto in esclusiva, che il teatro pordenonese ha riprogrammato dopo l’annuncio dello spostamento del concerto di Maurizio Pollini, inizialmente calendarizzato in apertura di stagione (il giorno 11 ottobre), e che ha dovuto rinviare al 26 gennaio 2022 causa le nuove disposizioni mediche che riguardano il Maestro. Sempre nel segno della grande musica e dei grandi interpreti l’appuntamento atteso per l’inaugurazione del Verdi, venerdì 15 ottobre, con il concerto-balletto “Stravinsky’s Love”: a spiccare nel cast una delle più apprezzate protagonista del pianismo mondiale odierno come Beatrice Rana, che si esibirà con il pianista Massimo Spada e la violinista olandese Simone Lamsma. Accanto a loro una serie di stelle della danza mondiale. Fino al prossimo 11 ottobre è possibile richiedere il rimborso dei biglietti già acquistati per il concerto di Maurizio Pollini, ma il Verdi annuncia che, oltre all’opzione del rimborso, restano comunque validi i biglietti anche per la nuova data di gennaio. Contestualmente sono aperte, sia in biglietteria che online, le prevendite per questo nuovo evento fuori abbonamento.


Stravinsky’s Love - a cura di Daniele Cipriani con la consulenza musicale di Gastón Fournier-Facio - rende omaggio a Igor Stravinsky nel 50 anniversario della sua morte e alla passione del grande compositore russo per la danza, reinterpretando schegge folgoranti dei suoi lavori con brani tratti da alcuni tra i suoi più famosi balletti come Pulcinella, L’Histoire du soldat, Petrushka. L’uccello di fuoco, Apollo: per questi ultimi due, il pubblico potrà ascoltare le incisioni storiche dirette dallo stesso Stravinsky. Tra i danzatori spiccano Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna), Davide Dato (Opera di Vienna), Ana Sofia Scheller (già New York City Ballet), Mattia Tortora e Susanna Elviretti (Compagnia Cipriani). La sceneggiatura è firmata da Vittorio Sabadin e si basa su scritti del compositore stesso, narratore in scena è Vladimir Derevianko, già primo ballerino del Bolshoi di Mosca, vero e proprio mito della danza classica maschile tra gli anni Ottanta e Novanta. Un'attenzione particolare ai costumi, a cura di Anna Biagiotti, con alcune ricostruzioni dai disegni originali di Léon Bakst e Pablo Picasso La consulenza per la regia è di Annamaria Bruzzese. Lo spettacolo è stato protagonista di uno sfolgorante tour estivo in alcuni tra i più prestigiosi festival musicali e di danza, oltre che al centro di un importante evento televisivo, e viene riproposto a Pordenone in esclusiva.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori