Home / Spettacoli / Inaugurata la prima edizione Visavì Gorizia Dance Festival

Inaugurata la prima edizione Visavì Gorizia Dance Festival

Ancora ricco il programma dei prossimi giorni: sabato Together e Profumo d’acacia

Inaugurata la prima edizione Visavì Gorizia Dance Festival

Una cerimonia di apertura particolarmente frizzante quella che l’altro pomeriggio al Verdi di Gorizia ha varato la prima edizione di Visavì Gorizia Dance Festival: i saluti istituzionali miscelati all’allegra incursione della madrina, la danzatrice Silvia Gribaudi, hanno reso il momento molto leggero e coinvolgente. Sul palco il direttore Walter Mramor, e in alternanza. il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, la direttrice dell’SNG di Nova Gorica Maja Jerman Bratec, il direttore dell’Ert Renato Manzoni e la dirigente settore danza del Mibact Donatella Ferrante hanno salutato questo nuovo progetto con grande entusiasmo. Non è mancato il saluto della presidente della Fondazione Carigo che, impossibilitata a venire, ha inviato un messaggio di buon auspicio. Nonostante il difficile periodo che stiamo vivendo il pubblico si è affacciato numeroso e curioso al festival godendosi i primi spettacoli in programma con grande soddisfazione e regalando agli artisti calorosi applausi.


Vediamo in dettaglio i prossimi appuntamenti. Sabato alle 18.30, al Kulturni dom di Gorizia sarà la volta della compagnia Croata di Petra Hrašćanec per la prima mondiale di ‘Together’ in cui si esplora la possibilità di creare un pattern tridimensionale sul palco. Una solida struttura della scena offre la cornice all’interno della quale vengono alla luce i diversi profili autorali dei giovani performers. Il nuovo progetto della coreografa, danzatrice e pedagoga croata Petra Hrašćanec è stato selezionato dal network internazionale Pan Adria tra i 27 progetti provenienti da Slovenia, Croazia e Friuli Venezia Giulia che hanno aderito alla call. Il network offre un sostegno alla produzione, residenze artistiche e repliche presso le strutture partner.

Alle 21 al Teatro Verdi sarà Giovanni Leonarduzzi il protagonista della prima mondiale di ‘Profumo d’acacia’. Lo spettacolo è un’illusione, è magia, in un posto e in un periodo che di magico ha ben poco. Giovanni Leonarduzzi attinge alla sua ricerca sul movimento (che affonda le radici nella break dance e si contamina di danza contemporanea) e la fa confluire in un progetto più ampio, che coinvolge la musica e la parola con l’intento di unire tradizione e sperimentazione.
Ne nasce uno spettacolo popolare, dove con “popolare” si intende appartenente alla cultura del popolo. Una favola del passato, ormai dimenticata. Una meravigliosa menzogna.

Domenica 25, alle 11.30, sarà proposto il momento in esclusiva di ‘VISAVì’ realizzato da Arearea nella piazza Transalpina. Nel pomeriggio, alle 17, al Verdi, workinprogress con ‘Mon Jour' di Silvia Gribaudi. Chiuderà il festival l’anteprima mondiale di Pablo Girolami, alle 18 al teatrone goriziano, ‘Manbuhsona’.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori