Home / Spettacoli / Joan Thiele a Trieste per Barcolana 54

Joan Thiele a Trieste per Barcolana 54

Joan Thiele a Trieste per Barcolana 54

Venerdì 7 ottobre al Teatro Miela il concerto della cantautrice italo-colombiana

Cantautrice e produce di origini metà italiane e metà svizzero colombiane, ha trascorso una vita nomade tra Cartagena e l’Italia che le ha regalato un gusto musicale internazionale tra R&B e soul, Joan Thiele è uno dei nomi più interessanti e originali della nuova scena musicale.

Il suo primo omonimo ep esce nel 2016, anticipato dai singoli Save Me e Taxi Driver; a febbraio 2017 viene scelta da Radio Rai Due come rappresentante dell’Italia al Festival EBBA Eurosonic Norderslag in Olanda a Groningen e nel 2018 pubblica l’album “Tango”.

Nel 2020, su etichetta Undamento/Universal Music, esce “Operazione Oro”, il primo EP in lingua italiana, un viaggio tra pop, r&b e colonne sonore che nasce con il ritrovamento di vecchie bobine di viaggi della sua famiglia.

Recentemente Joan Thiele ha collaborato con Elodie ed Elisa, due dei nomi più importanti e popolari del panorama musicale italiano, scrivendo e producendo “Proiettili”, il brano cantato da Elodie tema portante della colonna sonora originale del film “Ti mangio il cuore”, presentato poche settimane fa alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Viene annunciato oggi il suo primo concerto a Trieste che si terrà venerdì 7 ottobre al Teatro Miela (inizio ore 21, ingresso gratuito) ed è inserito nel programma ufficiale di “Barcolana 54”, la regata velica più affollata del mondo.

Il concerto sarà l’occasione per ascoltare dal vivo anche i brani, che hanno superato il milione di ascolti su Spotify, tratti dalla sua ultima affascinante pubblicazione dello scorso anno, suddivisa in Tre Atti ((Memoria del Futuro, Disordinato Spazio e L’Errore), come se ci trovassimo al cinema o a teatro, come se ad ascoltare la sua musica fossimo tutti nello stesso luogo magico, per condividerla.

Nel primo atto, dedicato al tempo, Joan Thiele si è avvalsa della collaborazione di Mace e Venerus, due tra i più influenti e apprezzati produttori della nuova scena italiana; il secondo atto intitolato “Disordinato spazio” racconta la dimensione dei suoi pensieri disordinati, il luogo in cui nascono le idee e si trasformano in musica. Il terzo e ultimo atto, “L’Errore”, che ha rivisto la collaborazione con Mace e Venerus racconta invece la paura di sbagliare.

Il concerto di Joan Thiele in programma venerdì 7 al Teatro Miela sarà dunque l’occasione per presentare il suo viaggio tra tradizione e sperimentazione, conquistando nuovi ambienti, nuove scene e sempre più persone.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori