Home / Spettacoli / La Contrada presenta 'Il gioco della zara'

La Contrada presenta 'Il gioco della zara'

Sarà online il 25 marzo alle 10, in occasione del DanteDì, l'anteprima video realizzata dal teatro di Trieste

La Contrada presenta \u0027Il gioco della zara\u0027

Sarà online il 25 marzo alle 10, in occasione del DanteDì, “Il gioco della zara”, anteprima video realizzata dal teatro La Contrada di Trieste nell’ambito del progetto di divulgazione scientifica dell’Università di Trieste “Dante e l'ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte”

Trieste - Lanci di dadi, sguardi colmi di febbre da gioco e, in sovrimpressione, calcoli sulle probabilità. In sottofondo si odono recitate terzine dantesche. Cosa hanno in comune Dante e la matematica? Moltissimo a quanto pare! Proprio alla rilettura della Divina Commedia in chiave scientifica si sono dedicati alcuni docenti dell’Università di Trieste e ne è nato un vero e proprio progetto.

Così, anche l’Università di Trieste, con una vasta rete di partnership e con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, sarà attiva nella promozione di iniziative per il 2021 dantesco con “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte”, un progetto interdisciplinare che prevede una serie di eventi in diverse località del Friuli Venezia Giulia a partire dal mese di giugno.


Anteprima del progetto sarà proprio il video realizzato appositamente dalla Contrada e che verrà pubblicato il 25 marzo alle 10 sul canale YouTube dell’Ateneo. Questa clip, intitolata "Il gioco della zara", è il frutto di un laboratorio teatrale che ha coinvolto quattro bambine tra gli 11 e i 12 anni, Enza De Rose, responsabile del settore per l'Infanzia e la Gioventù del Teatro La Contrada e alcuni docenti dell’Università degli Studi di Trieste: Sergia Adamo del Dipartimento di Studi Umanistici, Franco Obersnel e Daniele Del Santo del Dipartimento di Matematica e Geoscienze coordinati dalla referente del progetto, Maria Peressi del Dipartimento di Fisica dell'Università di Trieste.

Nell’ambito del progetto la Divina Commedia è stata riletta non solo come straordinaria opera letteraria e artistica, ma anche come fonte di spunti scientifici stimolanti anche nel contesto contemporaneo, esemplificativi di uno sguardo attento sulla realtà che è proprio della scienza moderna. Dante, infatti, descrive con geniali analogie e precisione scientifica fenomeni e concetti fisici e matematici in terzine mirabili dal punto di vista letterario e artistico. Il progetto interdisciplinare dell’Università di Trieste proporrà al pubblico un percorso esemplificativo, corredato da esposizioni ed exhibit interattivi e incontri con esperti, umanisti e scienziati, coinvolgendo nella preparazione anche studenti e insegnanti. Non mancherà l’elemento artistico per complementare ed esaltare l'aspetto formativo con quello emozionale.

Partner del progetto “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte”:

• Università degli Studi di Trieste – soggetto capofila
• Laboratorio dell'Immaginario Scientifico Soc. Coop.
• Sezione di Udine della Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche MATHESIS
• Univerza v Novi Gorici - Fakulteta za naravoslje (UNG-FN)
• IIS "Giacomo Leopardi - Ettore Majorana" - Pordenone
• Istituto Officina Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IOM)
• Fondazione Polse di Cougnes (Zuglio)
• Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali (A.N.I.S.N.)
• Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.

Per l’Università di Trieste sono in particolare coinvolti i Dipartimenti di Fisica, Matematica e Geoscienze, Studi Umanistici e il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori