Home / Spettacoli / La vera storia di Biancaneve a teatro

La vera storia di Biancaneve a teatro

Sabato 14 dicembre lo spettacolo pluripremiato che Molino Rosenkranz porta al Verdi di Maniago

La vera storia di Biancaneve a teatro

Per il coraggio di aver ripreso il tema forte della ‘vera storia’, in modo emotivamente toccante, analizzando con complessità e ricchezza psicologica l’idea, oggi quanto mai attuale, della bellezza che non accetta rivali, che si insinua e lentamente corrode, dando sfogo all’invidia, a una competizione distruttiva, all’odio e al desiderio di annientamento. Per la recitazione impeccabile, per i costumi di grande impatto e suggestione, per le scenografie fatte di veli che nascondono, rivelano e imbastiscono, con incantevole effetto scenico, la verità, dando luogo ad una rappresentazione simbolica del significato dello spettacolo, giocato sulla dicotomia tra favola e realtà, ingenuità dell’infanzia e crudeltà del mondo adulto. Per la scelta musicale giocata tra brani contemporanei e recupero filologico di musiche dell’epoca, che ricrea e fa rivivere, alla sensibilità dello spettatore moderno, le suggestioni della Germania dei Grimm, per l’impareggiabile regia, creativa, immaginifica, emozionante".

Questa è la motivazione della giuria tecnica del Premio Padova assegnato allo spettacolo ”BIANCANEVE, LA VERA STORIA” che Molino Rosenkranz ha voluto inserire nella rassegna FILA A TEATRO dando l'opportunità ai ragazzi, ma anche agli adulti, di assistere ad un lavoro bellissimo che la compagnia pugliese Teatro CREST porterà al Verdi di Maniago sabato 14 dicembre, alle 20.45.

Le fiabe sono eterne e di tutti, ma nascono in luoghi precisi. Biancaneve, una delle fiabe più conosciute al mondo, nasce in Germania: le montagne innevate e le miniere profonde di quella terra ci allontanano dall'immaginario americano di Walt Disney, per ridarle la luce che le è propria. Nella versione proposta dal CREST, l'ultimo dei sette nani diventa testimone dell'arrivo di una bambina coraggiosa, che preferisce la protezione del bosco sconosciuto allo sguardo, conosciuto ma cupo, di sua madre. Una madre che diventa matrigna, perché bruciata dall'invidia per la bellezza di una figlia che la vita chiama naturalmente a fiorire. Nel bosco Biancaneve aspetta come le pietre preziose che, pazienti, restano nel fondo delle miniere, fino a quando un giorno saranno portate alla luce e potranno risplendere di luce propria ai raggi del sole. Lo spettacolo ci prende per mano e ci conduce "dietro le quinte" della storia, dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni alle volte buone, alle volte cattive. Come nella vita, in scena si alternano situazioni dolci e irritanti, comiche e malinconiche, divertenti e inquietanti...

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori