Home / Spettacoli / Leonardo a Gradisca d'Isonzo, dialogo musicato

Leonardo a Gradisca d'Isonzo, dialogo musicato

Domenica 15 dicembre alle 20.30 a palazzo Coronini Cromberg a Gorizia

Leonardo a Gradisca d\u0027Isonzo, dialogo musicato

Partito con due incontri dedicati alla cucina al tempo di Leonardo, la “parola” passa ora a un dialogo musicato, tra finzione e realtà, su quello che si sarebbero detti il genio vinciano e il capitano responsabile incaricato della difesa di Gradisca d'Isonzo durante le invasioni turche. Prosegue “Il lato ignoto di Leonardo”, l'originale programma di eventi organizzato dall'associazione Examina di Gorizia e pensato per avvicinarsi alla figura del genio rinascimentale attraverso aspetti insoliti quanto inediti.

Domenica 15 dicembre alle 20.30 alle Scuderie di palazzo Coronini Cromberg di Gorizia andrà in scena “Leonardo, il turco e il lago”, dialogo musicato dal vivo sul testo dello scrittore Alessandro Rocco e basato su documenti storici conservati all'interno del territorio isontino. Interpreti dello spettacolo, inframmezzato dalle musiche eseguite dall'Ensemble Gemina e da alcune immagini proiettate e ispirate a dei solidi platonici, saranno Giorgio Amodeo, nei panni di Leonardo, Tullio Svettini, nei panni di Manfròn, il capitano incaricato della difesa di Gradisca d'Isonzo dai turchi, e Addis Brizzi in quelli del narratore. L'appuntamento è realizzato in collaborazione con il Comitato di Gorizia della Croce Rossa, Federspev e Fondazione Coronini Cromberg.

Grazie al suo centro storico fortificato, racchiuso da una cinta muraria e sei bastioni in pietra a protezione del Castello e alle facciate dei palazzi barocchi del centro, Gradisca d'Isonzo rivela il suo passato nobile e bellicoso. Da qui, infatti, passò proprio Leonardo Da Vinci, che nel 1500 intervenne su richiesta dei veneziani che chiesero consiglio proprio a lui per fortificare la parte della città che sia affacciava sul fiume Isonzo.

Il programma proseguirà lunedì 16, sempre a Gorizia, con una conferenza dal titolo “Leonardo pensava sistemico?” incentrata, grazie ai contributi che offriranno Steven Stergar e Nicoletta Maria Boscarol, su un saggio pubblicato da Sigmund Freud in cui si indaga sul carattere del genio vinciano, sui suoi comportamenti e attitudini che hanno contribuito al generare grandi opere ancora oggi ammirate e discusse.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per informazioni è possibile inviare una email all'indirizzo associazione.examina@gmail.com o consultare la pagina Facebook dell'associazione.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori