Home / Spettacoli / Not&Sapori barocchi a Polcenigo in omaggio alla 'Serenissima'

Not&Sapori barocchi a Polcenigo in omaggio alla 'Serenissima'

Nuovo appuntamento da non perdere con la musica barocca, sabato 28 settembre, a Palazzo Salice-Scolari con i cameristi dell’Accademia Hermans

Not\u0026Sapori barocchi a Polcenigo in omaggio alla \u0027Serenissima\u0027

Nuovo appuntamento da non perdere con la musica barocca a Polcenigo, per la serie di “degustazioni culturali”, tra musica e antiche ricette, di “Not&Sapori”, percorso del Festival MusicAntica organizzato dall’Associazione Barocco Europeo per la direzione artistica di Donatella Busetto.

Sabato 28 settembre sarà Palazzo Salice-Scolari nel cuore del Borgo tra i più belli d’Italia ad accogliere l’ensemble cameristico dell’Accademia Hermans di Terni, che presenterà un concerto dal titolo “La Serenissima”, inequivocabile omaggio ai più grandi autori della “Scuola veneziana” tra Sei e Settecento.

Vivaldi, Albinoni, Platti, Benedetto Marcello sono i compositori scelti per la serata, dei geni indiscussi del panorama barocco, apprezzati moltissimo dal pubblico contemporaneo, ammirati e studiati da tanti musicisti in tutta Europa. Tra molti, J.S. Bach conosceva benissimo le musiche di Albinoni tanto che le faceva studiare ai propri allievi per fare pratica di basso continuo ed ha trascritto per clavicembalo numerosi concerti di Vivaldi, A. Marcello, Torelli ed altri.

Tra le particolarità di questo programma, la Sonata n.6 op.3 di Giovanni Benedetto Platti, all’epoca insigne flautista e oboista veneziano, attivo anche presso la corte del Principe-Vescovo di Würzburg: un esempio di raro virtuosismo strumentale, che ben si abbina alla sonata in Fa maggiore per flauto dolce di Benedetto Marcello, qui adattata per l’esecuzione con flauto traversiere.

Anche la scelta degli strumenti sarà infatti un’importante componente del concerto, affidato ai musicisti Fabio Ceccarelli, che suonerà un traversiere copia moderna da un modello di C. Palanca (Torino ca. 1750), Alessandra Montani al violoncello (strumento Boiven/Grasset originale francese del 1740) e Fabio Ciofini al clavicembalo.

Al termine del concerto, la degustazione continua con le delizie barocche, desunte e reinterpretate dai trattati dell’epoca grazie al “Maestro di Cucina” Francesco Zanet delle Tentazioni di Sacile: per questo appuntamento saranno proposti Cinghiale mielato con focaccia e crostini, Formaggi misti, Agrodolce di pesche, scologno e mandorle, con i vini della Cantina Pradego di Caneva.



Inizio concerto alle ore 18, con ingresso libero.

Per informazioni: www.barocco-europeo.org

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori