Home / Spettacoli / Paul Weller rimandato al 2021

Paul Weller rimandato al 2021

Paul Weller rimandato al 2021

Il Pordenone Blues Festival ha riprogrammato il live del 'Modfather' per sabato 8 maggio dell'anno prossimo, al Palasport

News dal Pordenone Blues Festival: riprogrammato il live di Paul Weller per sabato 8 maggio 2021 al Palasport di Pordenone.
Il concerto, inizialmente previsto per il 22 luglio 2020 al Parco San Valentino di Pordenone, è stato annullato in seguito ai decreti emanati per l’emergenza Covid-19.
I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone (online e punti vendita); quelli già acquistati in prevendita restano validi per la nuova data del 2021.

Il Modfather Paul Weller, tra i principali rappresentanti della cultura MOD, partito dal punk, è passato per l’acid jazz fino a spingersi da solista verso nuove sonorità, sconfinanti nel pop, folk, soul e perfino nell’elettronica. Quest’incredibile capacità di sperimentazione emerge nella florida discografia di Weller, che dal 1992 ha pubblicato ben quattordici album in studio, l’ultimo dei quali, True Meanings (Parlophone Records), è uscito nel 2018.

Cantante, chitarrista e compositore britannico, Paul Weller è una vera e propria istituzione nella sua terra di origine: la maggior parte dei testi delle sue canzoni trae infatti ispirazione dalla cultura inglese. L’esordio discografico avviene nel 1977 con la pubblicazione di In The City (Polydor Records) con i Jam, band di cui è stato frontman e con la quale ha raggiunto più volte la vetta delle classifiche inglesi. Nel 1982 fonda invece gli Style Council insieme al tastierista Mick Talbot, al fine di esplorare i confini dell’acid jazz. Conclusa anche quest’esperienza, Paul Weller ha dato il via alla sua carriera da solista, costellata da un successo dopo l’altro, sia di pubblico che di critica.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori