Home / Spettacoli / Proseguono le repliche di 'Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio'

Proseguono le repliche di 'Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio'

In scena fino al 4 agosto all’ Orto Lapidario del Museo dell’Antichità di Trieste

Proseguono le repliche di \u0027Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio\u0027

Proseguono con successo di pubblico italiano e straniero le repliche di “Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio” in scena all’Orto Lapidario, realizzato dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Comune di Trieste.

Lo spettacolo scritto da Marzia Vidulli Torlo, diretto da Andrea Collavino e interpretato dallo stesso Collavino, Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella, sarà per il pubblico un’esperienza immersiva e multisensoriale in un sito di valore storico e turistico.

Grazie al Silent System, che permette – pur rimanendo in un’esperienza di spettacolo “live” – che ogni spettatore segua lo spettacolo “in cuffia” il pubblico è libero di muoversi nello spazio all’aperto dell’Orto Lapidario, seguendo gli attori fra i preziosi reperti, restando perfettamente avvolto nell’atmosfera sonora dello spettacolo e ascoltando la recitazione e gli effetti senza essere turbato da rumori esterni.
Sempre grazie al Silent System ogni spettatore può scegliere di ascoltare lo spettacolo recitato nella propria lingua: lo Stabile regionale ha infatti realizzato una versione inglese, una tedesca e una slovena di “Morire per quattro monete” che saranno disponibili simultaneamente a quella italiana.

«È un viaggio visivo e sonoro nel mondo interiore di questo grande storico dell’arte, archeologo e letterato» spiega il regista Andrea Collavino dello spettacolo in scena dal 4 luglio. «Un percorso che il pubblico farà all’interno dell’orto lapidario venendo a contatto con i protagonisti di una vicenda che ancora rimane inspiegabile. Non è importante oggi cercare di risolvere l’enigma, ma rievocare il grande contributo che Winckelmann ha dato alla moderna storia dell’arte, con un atto artistico, che ci riconnetta all’uomo oltre che all’intellettuale. Perciò quella che gli spettatori faranno sarà un’esperienza sensoriale e immersiva fatta di suggestioni, provenienti da epoche e luoghi diversi. Un caleidoscopio di impressioni che ci riconduca all’idea del viaggio ultimo, dove le memorie si sovrappongono, svaniscono, lasciandoci infine più leggeri».

La traccia drammaturgica di Marzia Vidulli Torlo, crea un interessante itinerario fra storia e “giallo”, fra l’arte e il mistero dell’assassinio di Winckelmann “per quattro monete”, in un’architettura del suono raffinata fatta di attori che recitano dal vivo, di registrazioni e di una suggestiva colonna sonora. Un assieme di emozioni e sensazioni che restituirà molte sfumature della figura di Johann Johachim Winckelmann.

“Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio” andrà in scena fino al 4 agosto ogni giovedì, venerdì, sabato, domenica alle ore 21.30.In caso di pioggia lo spettacolo va in scena ugualmente, negli spazi interni del museo in forma di mise en espace.

I biglietti sono in prevendita presso il Ticket Point di Corso Italia. I posti disponibili saranno limitati a 50 e in caso di disponibilità, gli ultimi biglietti si potranno acquistare anche sul luogo dello spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio. Il consiglio è di ricorrere alla prevendita. Il prezzo del biglietto è di €8 con riduzioni a €5 per gli abbonati del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, per gli Under26 e gli Over65.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori