Home / Spettacoli / Riparte il Concorso internazionale Città di Porcia

Riparte il Concorso internazionale Città di Porcia

Dal 31 ottobre al 5 novembre, al Verdi Pordenone la 32esima edizione dedicata alla tuba

Riparte il Concorso internazionale Città di Porcia

Dal 31 ottobre al 5 novembre, al Teatro Verdi Pordenone si terrà il 32esimo Concorso internazionale Città di Porcia” che quest'anno sarà dedicato alla tuba.

Dopo le difficoltà dovute dall’emergenza sanitaria, l’edizione 2022 registra un netto incremento degli iscritti con 37 giovani concorrenti provenienti da tutto il mondo, contro i 16 dell’anno precedente. Oltre che da Francia, Italia, Spagna e Ungheria, i giovani tubisti raggiungeranno Pordenone dall’Australia, Cina, Cile, Ecuador, Giappone, Tahilandia, Taiwan, Usa e Venezuela per svolgere le prove del Concorso.

Una serie d'importanti novità, che includono l’istituzione della giuria dei ragazzi provenienti dalle scuole del territorio, rinnoverà la consueta formula che ha portato la manifestazione a imporsi tra i quattro più importanti concorsi di ottoni al mondo.

Dopo il successo della scorsa edizione, tutte le quattro prove del Concorso Città di Porcia si svolgeranno negli spazi del Teatro Verdi Pordenone: la prova eliminatoria (lunedì 31 ottobre e martedì 1 novembre), la semifinale (mercoledì 2 novembre), la finale con l'accompagnamento al pianoforte (giovedì 3 novembre), e la finale con l'orchestra (sabato 5 novembre), concerto inserito all'interno del cartellone della Stagione musicale del Teatro Verdi Pordenone, partner progettuale del Concorso insieme al CIDIM di Roma, Comitato Nazionale Musica.

Per la prima volta nella storia della manifestazione, il Città di Porcia vedrà la speciale collaborazione degli Istituti scolastici del territorio pordenonese per la costituzione della prima Giuria Giovani. Gli studenti avranno così l’opportunità di assegnare un premio al miglior finalista, riconoscimento che affiancherà il consueto Premio del Pubblico. I ragazzi, scelti in considerazione a una formazione musicale di base, sono stati coinvolti in alcune attività di formazione sullo strumento a Concorso attraverso una serie di lezioni-concerto tenute da docenti e professionisti del campo. A coronamento di tale percorso, gli studenti potranno così assistere in qualità di giurati alle ultime due prove del Concorso (finale con pianoforte e finale con orchestra).

La giuria tecnica sarà, invece, formata da musicisti e docenti di fama internazionale, selezionati tra le personalità più rappresentative delle diverse scuole strumentali e nazionalità. Sette commissari, compreso il Presidente, che rispondono al nome di Gérard Buquet (Francia, Presidente), Thomas Brunmayr (Austria), Alessandro Fossi (Italia), Gianluca Grosso (Italia), Patrick Harrild (Gran Bretagna), Roland Szentpàli (Ungheria) e Anne Jelle Visser (Paesi Bassi).

Con un montepremi che ammonta a un totale di 21.100 euro, il Concorso si conferma trampolino di lancio per i giovani musicisti e piattaforma ideale per far emergere nuovi talenti e futuri solisti, così come testimonia l’attività di tutti i vincitori delle passate edizioni del Concorso Città di Porcia, attualmente solisti o prime parti in importanti orchestre.

Il concerto finale di sabato 5 novembre alle 20.30 vedrà protagonista la Fvg Orchestra, compagine sinfonica nata per volere della Regione con l’obiettivo di raccogliere l’eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali, diretta dal maestro Luciano Acocella, musicista molto attivo e di ampia esperienza internazionale, già Direttore Musicale dell'Opera de Rouen-Normandie.

Il programma sul quale i giovani concertisti saranno chiamati a cimentarsi si articolerà in quattro prove per un totale di otto brani: ogni prova prevederà l'esecuzione di brani diversi, senza alcuna ripetizione. Durante la Finale, una prima parte sarà dedicata all’esecuzione di uno dei Concerti d’obbligo per tuba e orchestra da parte dei tre finalisti, mentre nella seconda parte della serata, sarà possibile ascoltare la Sinfonia n. 35 in re maggiore "Haffner" K 385 di W. A. Mozart, tra i maggiori capolavori della storia della musica.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori