Home / Spettacoli / ShorTS 2020, masterclass con Saverio Costanzo, Elio Germano e Giulio Pranno

ShorTS 2020, masterclass con Saverio Costanzo, Elio Germano e Giulio Pranno

Inaugurerà sabato 4 e poi proseguirà fino a domenica 12 luglio su MYmovies

ShorTS 2020, masterclass con Saverio Costanzo, Elio Germano e Giulio Pranno

ShorTS International Film Festival, organizzato dall’Associazione Maremetraggio, da Trieste arriva sul web dal 4 al 12 luglio 2020. La 21° edizione del Festival si svolgerà online grazie al supporto tecnico di MYmovies, sito leader in Italia nell’informazione cinematografica e partner tecnico di ShorTS 2020, nonché attraverso i canali ufficiali della manifestazione (Sito Ufficiale - Pagina Facebook - Instagram).

I premi della 21° edizione - Saverio Costanzo, acclamato regista della serie tv “L’amica geniale”, riceverà il Premio Cinema del Presente 2020, un riconoscimento attraverso cui ShorTS International Film Festival conferma ed evidenzia lo straordinario talento del cineasta italiano.

L’attore Giulio Pranno, giovane protagonista del film “Tutto il mio folle amore” di Gabriele Salvatores, sarà insignito del Premio Prospettiva, riconoscimento dedicato ai talenti emergenti del cinema italiano.

La Masterclass online di Saverio Costanzo e l’incontro con Giulio Pranno - Giovedì 9 luglio, inoltre, il regista Saverio Costanzo sarà protagonista di una Masterclass online. L’incontro, gratuito e aperto al pubblico, si svolgerà alle ore 18.00 in diretta streaming su MYmovies. “Durante la Masterclass online dialogheremo con Saverio Costanzo su ispirazioni e sviluppo del suo originale sguardo introspettivo di autore” - spiegano Maurizio di Rienzo e Chiara Valenti Omero, direttori di ShorTS International Film Festival - che focalizza sfumature drammaturgiche espresse da corpi e anime inquadrati in contesti ‘fuori dal mondo’: una famiglia palestinese ostaggio di una invasiva pattuglia israeliana (‘Private’, Pardo d’oro al Festival di Locarno 2005, Nastro d’Argento opera prima); un gesuita isolatosi fra dubbi e vocazione in un convento veneziano (‘In memoria di me’); il cerchio di solitudine e incomunicabilità che contiene paure, disillusioni, segreti in cui vivono per anni due anime infine gemelle (‘La solitudine dei numeri primi’); la casa-gabbia a New York in cui si agitano le psicologie educative di due giovani genitori (‘Hungry hearts’, Coppa Volpi alla Mostra di Venezia 2014 ai protagonisti Alba Rohrwacher e Adam Driver); lo studio di uno psicoterapeuta a sua volta in fase critica (le tre stagioni della serie ‘In treatment’); la Napoli colma di affettiva essenza femminile rielaborata con potente sensibilità oltre l’impianto letterario originario (le due stagioni della serie ‘L’amica geniale’). Sono luoghi di film dettagliati nell’architettura e aperti a emozioni estreme e nei quali risalta il connubio naturale fra interpretazioni notevoli e metronomica regia”.

L’attore Giulio Pranno, vincitore del Premio Prospettiva 2020, sarà protagonista di un incontro online martedì 7 luglio alle ore 18.00 in diretta streaming sulla Pagina Facebook di ShorTS e su quella di MYmovies.

Incontro online con Elio Germano - Elio Germano sarà protagonista di una chiacchierata online in programma sulla Pagina Facebook di ShorTS lunedì 6 luglio alle ore 18.00, insieme al produttore e art director Omar Rashid. Durante l’incontro l’attore parlerà della sua carriera e racconterà “Segnale d’allarme”, la trasposizione in realtà virtuale realizzata con Omar Rashid de “La mia battaglia”, opera teatrale scritta da Chiara Lagani e portata in scena da Elio Germano stesso. “Segnale d’allarme” è un film in VR che parla alla e della nostra epoca, durante il quale lo spettatore viene condotto a piccoli passi a confondere immaginario e reale: un monologo coinvolgente che è al contempo un crescendo e una caduta verso il grottesco. Lo spettacolo VR “Segnale d’allarme” si terrà poi domenica 6 settembre 2020 al Teatro Miela di Trieste, in collaborazione con Mittelfest. La data a Trieste sarà una anticipazione degli spettacoli che si terranno nei giorni successivi allo storico Festival teatrale di Cividale del Friuli.

Maremetraggio - Sezione competitiva cortometraggi - Torna la storica sezione Maremetraggio dedicata ai cortometraggi premiati nei maggiori festival internazionali, a cura di Francesco Ruzzier. La selezione 2020 vede concorrere 45 opere da 27 paesi diversi, mentre i generi spaziano dall’animazione al documentario, con molti registi italiani dietro la macchina da presa. In gara il documentario breve “Mars, Oman” di Vanessa del Campo, premiato al Festival dei Popoli e al Visions du Réel, che racconta le simulazioni delle spedizioni su Marte realizzate in Oman nella Penisola arabica, o il corto cinese “She runs” di Qiu Yang, già Palma d’oro a Cannes 70 con "A Gentle Night", selezionato in numerose rassegne internazionali, tra cui la Settimana della Critica a Cannes e il Toronto International Film Festival.

Tra le opere italiane in concorso “Inverno” di Giulio Mastromauro, premiato quest'anno come miglior cortometraggio ai David di Donatello: un racconto autobiografico di infanzia e di perdita, come il regista stesso dimostra con la dedica a sua madre. Arriva dall’Italia anche "La bellezza imperfetta" di Davide Vigore, che sceglie la fotografia di Daniele Ciprì per raccontare l’incontro tra un uomo di 65 anni e una giovane ragazza ucraina in una Palermo oscura. Il corto "Fulmini e saette" di Daniele Lince vede protagonista un’inedita Carolina Crescentini, qui alle prese con un ruolo da supereroina. Le 45 opere in gara si contenderanno il prestigioso premio EstEnergy - Gruppo Hera al miglior corto consistente in 5mila euro. In palio anche il premio AcegasApsAmga al miglior corto italiano, il Premio Prem1ere Film per il miglior cortometraggio non distribuito e il Premio AMC per il miglior montaggio italiano. Confermato inoltre il Premio Triestecaffè assegnato dal pubblico di MYmovies.

Appuntamento anche con la proiezione online di cortometraggi fuori concorso: il Festival propone quest’anno un focus-selezione di cinema breve dell’attiva Estonia, in collaborazione con l’Estonian Short Film Centre, che verrà proiettato in streaming su MYmovies domenica 12 luglio dopo la cerimonia di premiazione.

Science&Society: la nuova sezione di ShorTS 2020 in collaborazione con ESOF - Tra le novità dell’edizione 2020 del Festival ci sarà Science&Society, nuova sezione competitiva dedicata a corti provenienti da tutto il mondo che si contendono un premio di 3mila euro realizzata in collaborazione con ESOF2020 Trieste (EuroScience Open Forum), la più importante manifestazione europea focalizzata sul dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica, in programma a Trieste dal 2 al 6 settembre 2020. Le opere della sezione sono incentrate sui temi di scienza e società: in particolare, i corti selezionati sottolineano la capacità dell’uomo di riuscire ad andare oltre l’essere “solo” un uomo, di trascendere la propria dimensione e superare i propri limiti. Robot, viaggi nel tempo, tecnologia e ovviamente Terra, Spazio e pianeti lontani riempiono le immagini dello schermo, provando a trascinare anche lo spettatore da un’altra parte. L’appuntamento con i corti di Science&Society è domenica 5 luglio alle 19.30 in streaming su MYmovies.

Il cinema emergente di Nuove Impronte - Concorso lungometraggi - A cura della giornalista e critica cinematografica Beatrice Fiorentino, la sezione Nuove Impronte sceglie i migliori lungometraggi del cinema emergente, accendendo i riflettori su registi esordienti o non ancora affermati al grande pubblico, allargando da quest’anno la competizione anche al panorama europeo e internazionale con anteprime mondiali e italiane. I film in concorso si contenderanno il premio miglior Film, il premio della Critica assegnato dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI, il premio migliore Produzione consegnato dall’AGICI e il premio ANAC alla migliore sceneggiatura. MYmovies assegnerà il Premio del Pubblico all’opera più votata on line.

I lungometraggi di Nuove Impronte saranno fruibili gratuitamente su MYmovies. I giurati della sezione sono i registi Fabio e Damiano D’Innocenzo, la produttrice Elisabetta Olmi e l’attrice Linda Caridi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori