Home / Spettacoli / Si alza il sipario su Carniarmonie

Si alza il sipario su Carniarmonie

Domenica 21 luglio l’atteso debutto alla Pieve di Castoia di Socchieve. Una settimana di grandi emozioni tra musica e natura

Si alza il sipario su Carniarmonie

Il sipario di questa attesa ventottesima edizione si aprirà domenica 21 luglio, quando alle ore 20.45 nella sontuosa Pieve di Santa Maria Annunziata a Castoia di Socchieve, l’orchestra giovanile alpina HEurOpen, nata in seno al progetto europeo interreg Italia-Austria che mette in rete l’Uti della Carnia, il Comune di Malborghetto-Valbruna, la Fondazione Luigi Bon e l’associazione austriaca Via Julia Augusta per iniziative di grande portata, sarà protagonista di un concerto sinfonico diretto dal direttore di fama internazionale Filippo Maria Bressan e la partecipazione del talentuosissimo violinista friulano Christian Sebastianutto.
Un’apertura di rassegna in tono maggiore per i grandi eventi e un programma musicale di grande effetto, con l’Ouverture “Coriolano” di Ludwig van Beethoven, il “Concerto in mi minore per violino e orchestra op. 64” e la “Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90” chiamata l’”Italiana” di Felix Mendelssohn Bartholdy. Prima del concerto sarà possibile, alle ore 19.45, visitare l’antica pieve e l’antico cimitero accompagnati da una guida specializzata.

Lunedì 22 luglio, alle ore 20.45 nella Pieve di Santa Maria Maddalena a Invillino di Villa Santina, l’ensemble vocale internazionale Ardù dall’Irlanda, eseguirà un programma che spazia dalle intense melodie della popular e flok music a brani della tradizione americana e balcanica. Gli arrangiamenti per sole voci, rendono possibili la sintesi di queste diverse influenze musicali e danno vita ad interessanti e suggestive armonie.

Mercoledì 24 luglio alle ore 20. 45 nella Chiesa di San Leonardo a Osais di Prato Carnico, il duo pianistico Marco Schiavo e Sergio Marchegiani, tra i più riconosciti in Italia e all’estero per repertori a quattro mani destinati alla tastiera, saranno protagonisti di un concerto che metterà insieme Mozart, Schubert, Brahms e Rossini, tra le più belle Sonate, Variazioni, Danze e Ouvertures. Il duo Schiavo-Marchegiani ha recentemente pubblicato per la prestigiosa etichetta Decca l’album Dances, osannato dalla critica internazionale.

Giovedì 25 luglio alle ore 20.45 nella Chiesa della Santissima Trinità a Oltris di Ampezzo, il chitarrista Vuk Dragičević proveniente dalla prestigiosa Accademia musicale di Belgrado, eseguirà un passionale e appassionato programma alle sei corde di matrice iberica, con musiche di Atanacković, Sor, Asencio e Rodrigo, tra atmosfere notturne, virtuosismi e toccate dedicate alla Spagna.

Venerdì 26 luglio alle ore 20.45 nella Chiesa di San Rocco a Cavazzo Carnico, il duo composto dal violinista Emmanuele Baldini e dal pianista Roberto Turrin, musicisti e didatti di grande nomea, eseguiranno un programma cameristico interessantissimo e di raro ascolto dedicato ai “Lirismi del ‘900 italiano” come titola il concerto, con prime esecuzioni assolute. Musiche di Wokf-Ferrari, Amendola, Ghedini e Rota.
I concerti iniziano alle ore 20.45 e sono ad ingresso gratuito. Tutte le informazioni su www.carniarmonie.it

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori