Home / Spettacoli / Simone Cristicchi a Latisana e Zoppola alla ricerca della felicità

Simone Cristicchi a Latisana e Zoppola alla ricerca della felicità

Appuntamento venerdì 6 dicembre al Teatro Odeon e sabato 7 all’Auditorium Comunale

Simone Cristicchi a Latisana e Zoppola alla ricerca della felicità

Simone Cristicchi è senza dubbio l’artista più amato dagli spettatori del Circuito ERT: in tre degli ultimi cinque anni con i suoi lavori ha vinto il premio del pubblico come spettacolo migliore della stagione teatrale. Il “cantattore” romano ritorna nuovamente in regione con la sua ultima produzione, Happy Next (alla ricerca della felicità). Scritto a quattro mani con Francesco Niccolini, con la collaborazione di Andrea Rivera, Happy Next è interpretato anche da Ariele Vincenti, Cristina Piedimonte e David Voci Sciabordi. Lo spettacolo andrà in scena venerdì 6 dicembre alle 20.45 al Teatro Odeon di Latisana e sabato 7 dicembre alle 20.45 all’Auditorium Comunale di Zoppola.

L’idea di Happy Next nasce dall’omonimo documentario girato nel 2018 da Simone Cristicchi che indagava il concetto di felicità. Scienziati, bambini, sacerdoti, poeti, musicisti, suore di clausura, artigiani, imprenditori, sportivi, senza fissa dimora, psicologi, filosofi, contadini, medici, immigrati…uniti da un unico obiettivo: costruire insieme un "Manuale" che insegnasse nuove prospettive di volo, per citare il suo precedente spettacolo, Manuale di volo per uomo.
La ricerca della felicità è un tema millenario ed è fondamentale per ogni essere umano, un percorso capace di aprire nuovi orizzonti, dal fascino delle grandi idee, fino alla meraviglia delle piccole cose.
Tre sono le domande da cui parte lo spettacolo: Che cos’è la felicità? Cosa ci impedisce di essere felici? Esiste una ricetta per vivere in armonia con se stessi e con il mondo che ci ospita?
I protagonisti sono un presentatore in crisi con se stesso, una valletta scossa dai suoi problemi, un direttore tecnico invadente e un regista cinico e capace.
Si ride, si gioca, si scherza, non ci si prende troppo sul serio in questa riflessione ironica, disincantata e al tempo stesso appassionata su come gli uomini siano alla disperata ricerca della felicità, tra abbagli, inganni, speranze e delusioni.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori