Home / Sport news / A Cuneo non basta il grande cuore della Tinet

A Cuneo non basta il grande cuore della Tinet

Prata, costretta a scendere in campo con una formazione sperimentale, cede per 3-0

A Cuneo non basta il grande cuore della Tinet

Non basta il grande cuore della Tinet per avere la meglio su una Cuneo imbattuta in casa e che può contare sull’eperienza internazionale di Simone Parodi e Iacopo Botto, quasi 200 presenze in due con la nazionale azzurra.

Oltre alla forza degli avversari, Prata deve vedersela anche con la sfortuna e scende in campo con una formazione che sperimentale è dire poco. E’ priva, infatti, di tutta la diagonale di bande titolari. Luca Porro ha un risentimento muscolare, mentre Michal Petras non ha neanche preso parte alla trasferta per la febbre alta. E così tra i gialloblù si vedono sul taraflex Manuel Bruno e Alberto Baldazzi nell’inedito ruolo di schiacciatore – ricevitore.

La Tinet inizia difendendo molti palloni, ma difettando in contrattacco. E così Cuneo va 7-3. Un muro di Boninfante su Botto da animo ai Passerotti che arrivano sul 9-7. Il gioco gialloblù si arena perché i meccanismi non possono essere rodati e Boninfante è costretto a chiamare il suo secondo time out sul 16-10. La Tinet gioca poi quasi alla pari, ma la distanza è troppa e il parziale si conclude sul 25-17.

Parte con un atteggiamento diverso la Tinet che riesce a conquistare il primo vantaggio della gara sul 3-4. L’errore in attacco sul lungolinea di Botto porta i Passerotti ad ottenere anche il primo break: 6-8. Boninfante si affida spesso e volentieri alle vie centrali e Katalan e Scopelliti rispondono “presente”. Cuneo raggiunge la parità sul 14-14. La Tinet rimette il naso avanti con un bell’ace diagonale di Baldazzi che porta il punteggio sul 16-17. Entra in prima linea anche Gambella per Bruno, cercando di dare centimetri al muro di Prata. In questa girandola di emozioni tornano avanti i piemontesi che approfittano di un paio di errori pratesi: 20-18. Il gran cuore gialloblù non è sufficiente e anche questo secondo parziale prende la strada di Cuneo che lo chiude per 25-21 dopo un videocheck non favorevole con richiesta di fallo di piede sul servizio del friulano Codarin.

Non si arrende la Tinet che parte arrembante nel terzo set e si porta al massimo vantaggio: 2-5. Cuneo ritorna avanti, ma la fase centrale si gioca punto a punto con buoni scambi da una parte all’altra del campo e la Tinet ritrova l’equilibrio sul 12-12. Sul turno di servizio di Botto i piemontesi scattano nuovamente: 15-12. L’ultimo tentativo di aggancio sfrutta il turno di servizio di Gutierrez che riporta sotto i ragazzi di Boninfante mettendo un ace e complicando la costruzione di gioco ai padroni di casa: 22-20. Prata però non riesce a chiudere il gap e quindi la chiude Parodi: 25-21. Per la Tinet si attende il rientro tra le mura amiche dopo due trasferte. Al PalaPrata arriverà la Consoli McDonald’s Brescia in un incontro dall’importanza capitale vista la classifica cortissima.

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S. BERNARDO CUNEO – TINET PRATA 3-0 (25-17, 25-21, 25-21)

CUNEO: Cardona, Codarin 10, Parodi 10, Kopfli, Esposito, Lanciani, Pedron 2, Santangelo 11, Lilli (L), Chiapello, Botto 17, Bisotto (L), Sighinolfi 8. All: Giaccardi

TINET: Baldazzi 3, Katalan 9, Pegoraro, De Angelis (L),Bonaldo, Ughelini, Scopelliti 7, Boninfante 2 , Bruno 8, Gutierrez 9, Gambella, Bortolozzo, Petras, Porro (L2). All: Boninfante

Arbitri: Armandola di Voghera e Mesiano di Bologna

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori