Home / Sport news / A Lignano alla ricerca del pass per Tokyo 2021

A Lignano alla ricerca del pass per Tokyo 2021

Il 17 agosto, al 31° Meeting Sport Solidarietà, come da tradizione ci sarà anche spazio per le gare paralimpiche

A Lignano alla ricerca del pass per Tokyo 2021

100 metri, 400 metri carrozzina, salto in lungo e 50 metri Special Olympics, queste le gare paralimpiche in programma al 31° Meeting Sport Solidarietà (17 agosto – Stadio Teghil di Lignano), l’evento internazionale che da sempre promuove l’inclusione sociale attraverso lo sport.

Tutti al Teghil con l’obiettivo di centrare tempi e misure per Tokyo 2021 a partire dal veterano del salto in lungo Roberto La Barbera (PB 6,91m) alla ricerca della quinta partecipazione alla rassegna paralimpica dopo l’argento di Atene 2004. In pedana la giovane Francesca Cipelli (PB 4,07m), l'azzurra che ha partecipato a due campionati europei e  8^ ai mondiali di Dubai 2019.

Pedana e rettilineo per Vico Irbin (PB LJ - 5,12 e 100m - 13”46), amputato transtibiale dall’età di 3 anni, da pochi anni membro del club azzurro dopo aver richiamato l’attenzione con risultati di spessore.

Ai blocchi il friulano Luca Campeotto (PB 12”57), primatista italiano sui 200m (cat. T62) e dei 200m e 400m indoor. Al suo fianco Riccardo Cotilli, talento emergente dello sprint azzurro, campione italiano 2020 nei 60m, e Ruggero Marchetti, il sanmarinese classe 1992 che si è contraddistinto anche nel giro di pista.

400 metri in carrozzina con il trio Gastaldi, Sartor e Zani, capaci di ottime prestazione al Meeting di Codroipo dello scorso luglio, prima gara dopo il lock down. Proprio sull’anello di Codroipo Zani ha compiuto un vero exploit migliorandosi di ben 26” (1’19”16).

Spazio anche ai portacolori di Giuliano Schultz e della Comunità del Melograno, protagonisti sui 50 metri Special Olympics, movimento sportivo dedicato ad atleti con disabilità intellettive. Da verificare se anche in questa edizione avranno l’onore di cimentarsi al fianco di grandi campioni come Shelly-Ann Fraser ed Elaine Thompson, testimonial di sport e solidarietà.

“Fin dalla prima edizione (1990), e allora unico meeting al mondo, abbiamo inserito in programma gare riservate ad atleti con disabilità per promuovere l’integrazione sociale attraverso un linguaggio universale come lo sport”, afferma il patron Giorgio Dannisi che sottolinea come i valori di Sport e Solidarietà, che da sempre connotano l’iniziativa, siano più che mai attuali in un periodo come quello che stiamo vivendo.

Nel corso delle varie edizioni dell'evento, che sarà trasmesso in diretta su Rai Sport con la cronaca di Franco Bragagna, hanno partecipato tra gli altri Martina Caironi, Oney Tapia, Giusy Versace e Andrea Lanfri.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori