Home / Sport news / A Napoli l'Apu cede anche in gara 2

A Napoli l'Apu cede anche in gara 2

Una difesa tenace non è bastata ai friulani, fermati dalla GeVi al PalaBarbuto per 57-53

A Napoli l\u0027Apu cede anche in gara 2

Una difesa tenace per tutta la durata dell’incontro non è bastata all’Apu Old Wild West Udine che è stata nuovamente fermata da GeVi Napoli al PalaBarbuto per 57-53 in Gara delle finali play off di Serie A2. Miglior realizzatore bianconero Dominique Johnson con 19 punti. A questo punto per mantenere in vita il sogno Serie A sarà necessaria una vittoria venerdì al PalaCarnera (palla a due alle 20.45).

Ancora senza Andrea Amato – oltre al lungodegente Federico Mussini – coach Matteo Boniciolli schiera il quintetto formato da: Giuri, Johnson, Mobio, Antonutti e Foulland. Dopo un minuto e 32 secondi Marini mette a segno il primo canestro dell’incontro (2-0), Foulland pareggia subito i conti (2-2) e Johnson firma la prima tripla della serata (2-5). La GeVi risponde con Marini (5-5) e mette a segno punti pesanti: a metà periodo conduce con 7 lunghezze di vantaggio sui bianconeri (13-6). L’Old Wild West con Foulland e Johnson rientra subito in partita e a un minuto e 47 secondi dalla prima sirena è sotto di un solo punto (13-12). A 47 secondi dalla fine del primo periodo Marini va in doppia cifra siglando il 16-12 con il quale si chiude la prima frazione.

In avvio di secondo quarto, la GeVi si porta sul +5 con il “solito” Marini (18-13). Dopo tre minuti di gioco Mian accorcai (18-15) e subisce il fallo di Monaldi, conquistando un libero che puntualmente trasforma (18-16). A metà periodo l’Apu impatta con Johnson (18-18) e a tre minuti e 29 secondi dall’intervallo lungo torna per la seconda volta in vantaggio con Deangeli (19-20). A meno di due minuti dalla fine del secondo quarto Napoli Marini va a segno nuovamente dall’arco (24-21). Nell’ultimo minuto di gioco Lombardi e Parks fanno 0/2 dalla lunetta, mentre Johnson trasforma uno dei liberi concessi per fallo di Zerini (24-22). Nel finale Zerini firma il 26-22 con il quale si chiude il primo tempo.

In apertura di terzo periodo la formazione di Stefano Sacripanti si riporta sul +5 grazie a Lombardi che prima firma il 28-22, poi fa 1/2 dalla lunetta (fallo di Mian, 29-24). Dopo tre minuti di gioco Parks aumenta ulteriormente il divario (34-27). Antonutti interrompe il buon momento dei padroni di casa (34-29) e a 2 minuti e 45 secondi dalla terza sirena Mian accorcia (37-33) e 180 secondi dopo Foulland dimezza il gap (37-35). Ma proprio allo scadere Marini torna a colpire (41-37).

L’ultima frazione si apre nel segno di Napoli: Parks firma il +6 (43-37) e la tripla di Monaldi porta per la prima volta a 9 i punti di vantaggio dei campani (46-37). A 7 minuti dalla fine del match Giuri realizza la sua prima tripla della serata (46-39), ma ancora più pesante è quella che infila Mayo a metà periodo che vale il +10 per il team di Sacripanti (51-41). L’Old Wild West però non si arrende e continua a lottare: Italiano va a segno dall’arco (51-45), e Johnson va a segno dall’area subendo anche fallo da Monaldi (51-48). A 2 minuti e 26 secondi dalla fine Johnson fa 2/2 dalla lunetta (fallo di Zerini, 54-50). Fallisce, invece, entrambi i liberi a disposizione (fallo di Parks) Foulland a 36 secondi dal termine della gara (54-50) e sugli sviluppi Giuri incappa in un in&out clamoroso. Il 56-50 di Uglietti a 6 secondi dall’ultima sirena 56-50 lascia poche speranze ai friulani che tre secondi dopo trovano il -3 con Johnson (56-53). Il tiro libero finale di Mayo consegna la vittoria ai partenopei. Appuntamento al PalaCarnera per Gara 3 venerdì alle 20.45.

GEVI NAPOLI – APU OLD WILD WEST UDINE 57-53 (16-12, 26-22, 41-37)
GEVI NAPOLI: Zerini 5 punti, Coralic ne, Klacar ne, Cannavina ne, Parks 5, Sandri, Marini 19, Mayo 7, Uglietti 2, Lombardi 9, Burns 7, Monaldi 3. All. Stefano Sacripanti.
APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 19 punti, Deangeli 2, Schina 1, Antonutti 6, Mobio, Mian 6, Foulland 12, Giuri 3, Nobile, Pellegrino, Italiano 4. All. Matteo Boniciolli.
Arbitri: Caforio, Gonella, Foti.
Uscito per cinque falli: nessuno.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori