Home / Sport news / Anywave Junior alla Barcolana

Anywave Junior alla Barcolana

Il battesimo della Bora per il team di giovani e i progetti in campo

Anywave Junior alla Barcolana

Al via della Barcolana 53, una delle più complesse, combattute e ventose edizioni degli ultimi anni, c’era anche Anywave Junior, con un team di giovani provenienti dalle derive, che si stanno formando grazie all’aiuto e all’affiancamento con alcuni professionisti, ma soprattutto grazie agli allenamenti e alle numerose regate fatte insieme. Il team che ha regatato domenica 10 ottobre nel Golfo di Trieste era composto da Giulia Leghissa al timone alternata a Matteo Bonin che era anche tattico, Francesco Crichiutti alla randa, Rocco Luigi D’Amico e Giorgia Sinigoi tailer, Vinicio Gelassi drizzista, Federica Riosa e Matteo Bandiera alla prua e Sergio Bergamasco coach e navigatore.

Anche per Anywave Junior gestire la partenza della Barcolana 53, con una linea molto affollata di scafi diversi per velocità, lunghezza e prestazioni, in mezzo a raffiche molto forti, provenienti da diverse direzioni e alternate a buchi di vento, è stata la parte più difficile da affrontare.

E se i ragazzi non nascondono di aver avuto in qualche momento un po’ di timore nell’approcciare la regata, possono alla fine dirsi soddisfatti ed escono arricchiti da questo battesimo con la Bora, che li ha visti tagliare il traguardo in 42^ posizione assoluta potenzialmente a podio nella loro classe 3.

Con il progressivo peggioramento delle condizioni meteo dopo la partenza, com’è noto, il CdR ha deciso di annullare la regata per tutte le classi dalla 2 alla 7, comunicandolo via VHF e nell’albo. Come molti altri equipaggi, a causa dell’intensità del vento, a bordo di Anywave Junior la trasmissione non è stata recepita tempestivamente e i giovani hanno continuato a regatare.

“Siamo partiti in prima fila, abbiamo usato randa e fiocco per buona parte del primo lato e poi abbiamo issato il gennaker, una decisione difficile da prendere, cui sono seguiti molti cambi di vele, in un campo di regata molto affollato, con tante barche che avevano difficoltà di governo” così la giovane skipper Giulia Leghissa “Eravamo sempre molto concentrati e l’aver avuto un pizzico di paura ci ha aiutati ad essere molto attenti. Sono molto contenta della nostra prestazione, seppure il risultato è stato annullato, perché non abbiamo mai mollato nonostante non avessimo mai affrontato condizioni di bora così impegnative con questa barca. Siamo un gruppo di ragazzi giovani, tra i 20 e i 25 anni e stiamo crescendo nella vela d’altura con l’aiuto di alcuni professionisti come ovviamente mio papà, Andrea Bussani, Andrea Trani, Mauro Pelaschier. Abbiamo ancora tanto da imparare e l’entusiasmo non ci manca".

Anywave Junior ha partecipato a diverse regate nel 2021, con risultati di tutto rispetto, come il 2° posto al Trofeo Marinas, il 1° posto di categoria alla Muggia Portorose Muggia con un 5° overall, il 2° posto di categoria alla San Giovanni in Pelago-Trieste, il 4° posto di categoria al Trofeo Insiel e il 7° di categoria al Trofeo Bernetti.

Il prossimo e ultimo impegno agonistico della stagione 2021 per Anywave Junior sarà domenica 17 ottobre con la partecipazione al Trofeo Rilke di Sistiana.

Anywave Junior è un Bonin 385 dell’omonimo cantiere triestino, lunga 10.88 mt, disegnata da Maurizio Cossuti, una barca veloce, orientata alla regata. Il team che regata su Anywave Junior è composto da Giulia Leghissa, Team manager e Reco di bordo e da un gruppo di giovani velisti che si alternano nei vari appuntamenti agonistici: Matteo Bonin, Rocco Luigi D’Amico, Giorgia Sinigoi, Vinicio Gelassi, Federica Riosa, Matteo Bandiera, Luca Farosich, Filippo Coloni, Luca Lorenzoni, Marco Mazzaroli e il coach Sergio Bergamasco.

La stagione sportiva di Anywave Junior è sostenuta dagli Sponsor Zkb Banca di Credito Cooperativo, Percorso Sicurezza, C.M.G. Costruzioni e Manutenzioni Generali, Farosich Trasporti, Tabacchi Mondo Muggia e dai Technical Partner Vennvind e UpWind by Aurora.

Anywave Junior aderisce al progetto RECO Responsabile Ecologico di Bordo e adotta un comportamento ecosostenibile e green durante le regate e a terra, nel rispetto del mare e dell’ambiente. Il progetto RECO, ideato e promosso da Anywave Safilens, ha ricevuto il patrocinio della Federazione Italiana Vela (FIV), dell’Unione Vela d’Altura (UVAI) ed è sostenuto da One Ocean Foundation, di cui lo skipper Alberto Leghissa è Ambassador. RECO di Anywave Junior è Giulia Leghissa.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori