Home / Sport news / Cividale non completa la rimonta e Bergamo vince gara tre

Cividale non completa la rimonta e Bergamo vince gara tre

La Gesteco alza bandiera bianca a 38" dal gong. Domenica alle 18 gara quattro sempre a Bergamo

Cividale non completa la rimonta e Bergamo vince gara tre

La UEB Gesteco Cividale scivola per 73-68 a Bergamo in gara tre di semifinale dei play-off di serie B e si ritrova avanti 2-1 nella serie.

Bergamo parte forte e non poteva essere altrimenti. Primo strattone sul 7-3 al 2’, subito ricucito (7-7 al 4’). Altra spallata (13-7 al 5’) ed è quella buona per fiondarsi sul +10 in due occasioni: 22-12 al 7’ e 24-14 all’8’. La UEB Gesteco fatica a contenere Dell’Agnello (11 punti a fine primo quarto) e dall’altra parte non va molto meglio perché i ducali tirano col 39% dal campo rispetto al 56% degli orobici, ma un gancione sulla sirena di Rota nel cuore dell’area vale il 24-18 al 10’.

Una tripla di Paesano, in apertura di secondo quarto, sancisce il 26-21 al 12’, però la UEB Gesteco fatica ancora a trovare continuità in fase offensiva. Bergamo ridà un altro strattone e tocca il +11 al 14’ (33-22) e al 16’ (35-24). Torna Battistini e si fa sentire. A questo si aggiunge un cesto da sotto di Ohenhen così i cividalesi si ritrovano sul -5 (35-30) al riposo.

Si apre la ripresa, Bergamo va sul 39-32, ma l’inerzia cambia quando capitan Chiera infila una tripla in terzo tempo allo scadere dei 24” al 21’ (39-35). La UEB Gesteco entra in ritmo, così come Rota. L’Mvp del campionato ne mette cinque in striscia e per Cividale c’è il primo vantaggio nel match: 39-40 al 23’. A seguire, sempre Chiera segna dall’angolo con la punta del piede sull’arco dei 6,75: 40-44 al 25’. Bergamo, tuttavia, non molla e produce un break di 9-0 per il 49-44 al 29’. Cassese, con un libero, rompe l’assedio (49-45 al 29’) e le Eagles rosicchiano un punticino a 10 minuti dalla fine (51-47).

Altra sgommata orobica all’alba dell’ultima frazione: 57-50 al 32’. Chiera mette una tripla (57-53) allo stesso minuto. La partita si infiamma. La UEB Gesteco si mette a zona 3-2. Bergamo la punisce dall’angolo con un triplone di Isotta (60-53 al 33’). Dall’altra parte Chiera risponde con la stessa moneta (60-56 al 34’). Ancora Isotta, sempre da tre (63-56 al 34’). Nel frattempo, Rota deve abbandonare il campo per doppio fallo tecnico, ma la UEB Gesteco non vuole alzare bandiera bianca e prosegue nella risalita. Chiera da tre (64-59 al 35’). Mouaha anche lui da tre (66-62 al 36’). Battistini torna sul parquet e sancisce la parità a quota 66 al 37’. Dell’Agnello col jump del 68-66 al 38’. Mouaha pareggia dalla lunetta: 68-68 a -1’01”. Chi spezza l’equilibrio è Isotta con la tripla del 71-68 a -38” a cui Cividale non riesce a rispondere. Finisce 73-68, è comunque 2-1 per i friulani. Domenica, alle 18, gara 4 di nuovo a Bergamo.

WithU Bergamo - Gesteco Cividale 73-68 (24-18, 11-12, 16-17, 22-21)
WithU Bergamo: Nicolo Isotta 20 (5/6, 3/5), Giacomo Dell'agnello 19 (8/15, 1/1), Guglielmo Sodero 9 (3/4, 1/3), Nicola Savoldelli 9 (3/3, 0/1), Matteo Cagliani 8 (3/6, 0/3), Alexander Simoncelli 6 (2/4, 0/6), Ferdi Bedini 2 (1/2, 0/0), Luca Manenti 0 (0/1, 0/0), Riccardo Rota 0 (0/0, 0/0), Riccardo Piccinni 0 (0/0, 0/0), Francesco ikechukwu Ihedioha 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 9 - Rimbalzi: 26 2 + 24 (Giacomo Dell'agnello 12) - Assist: 17 (Giacomo Dell'agnello, Alexander Simoncelli 5)
Gesteco Cividale: Adrian Chiera 17 (1/3, 5/13), Leonardo Battistini 16 (7/13, 0/0), Eugenio Rota 10 (2/2, 1/9), Alessandro Paesano 8 (0/3, 1/2), Aristide Mouaha 7 (1/4, 1/4), Gabriele Miani 5 (2/4, 0/0), Gian paolo Almansi 2 (1/1, 0/1), Daniel Ohenhen 2 (1/1, 0/0), Alessandro Cassese 1 (0/1, 0/4), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0), Matteo Frassineti 0 (0/0, 0/0), Luigi Cautiero 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 - Rimbalzi: 40 14 + 26 (Gabriele Miani 11) - Assist: 10 (Eugenio Rota 3)

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori