Home / Sport news / Coppa Italia, il sogno dell'Apu s'infrange in finale

Coppa Italia, il sogno dell'Apu s'infrange in finale

Nell'ultimo atto della Final Eight passa la Gevi Napoli per 80-69

Coppa Italia, il sogno dell\u0027Apu s\u0027infrange in finale

Ha messo in campo cuore, energia e grinta ma non sono bastati: il sogno dell’Apu di portare a casa la Coppa Italia di Serie A2 si è infranto per 80-69 nei minuti finali di una partita giocata ad alto livello contro uno sparring partner, la Gevi Napoli, tra i più attrezzati in assoluto della categoria. Mvp bianconero Antonutti con 16 punti.

Coach Matteo Boniciolli ripropone lo stesso quintetto schierato per la semifinale contro Scafati, ovvero: Giuri, Johnson, Deangeli, Antonutti e Foulland. Il primo canestro della finale porta la firma di Johnson, a segno dopo 27 secondi (0-2), al quale risponde Mayo con una tripla (3-2). Anche Giuri colpisce dall’arco per il +5 (5-10) dopo due minuti e 30 secondi di gioco. La Gevi recupera in fretta e a metà periodo Mayo azzera i conti (12-12). Entrambe le squadre mantengono un’intensità elevata e a 3 minuti e 51 secondi dalla prima sirena l’Old Wild West torna avanti di 4 lunghezze (14-18) con i liberi trasformati da Johnson (fallo di Mayo). Nell’ultimo minuto Nobile riporta a 5 i punti di distacco dai campani trasformando uno dei liberi concessi per fallo di Lombardi (17-22), mentre la schiacciata di Lombardi a 14 secondi dalla sirena fissa il primo parziale sul 19-22.

In avvio di secondo periodo Mobio recupera una palla in area bianconera e schiaccia di potenza (19-24). La formazione di Sacripanti torna a meno uno dopo tre minuti e 40 secondi di gioco con Uglietti (23-24), ma a metà periodo Deangeli ristabilisce le distanze (23-28). Il buon momento dei bianconeri prosegue grazie ad Antonutti che nel giro di 30 secondi porta a 9 le lunghezze di vantaggio dai partenopei (23-32). A due minuti dall’intervallo lungo il capitano friulano mette a segno la tripla del +10 (25-35) e Foulland aumenta ulteriormente il divario trenta secondi dopo (25-37). Il libero trasformato da Italiano (fallo antisportivo di Parks) a 45 secondi dalla fine del secondo periodo fissa il punteggio sul 27-38.

Il terzo quarto si apre con la tripla di Antonutti che vale il +14 (27-41). La reazione di Napoli non si fa attendere: Marini e Zerini (tripla) accorciano (32-41) e dopo quattro minuti Mayo riduce ulteriormente il divario trasformando i tre liberi concessi per fallo di Schina (38-44). A metà periodo lo stesso numero 14 della Gevi mette a segno la tripla del -5 (41-46) e un minuto dopo va ancora a segno dall’area (43-47) riaprendo ufficialmente il match. L’Old Wild West sbaglia i due possessi successivi, ne approfitta il team di Sacripanti che si porta sul meno tre a 2 minuti e 25 secondi dalla fine del periodo con Iannuzzi (47-50). Un minuto dopo Iannuzzi si ripete (49-50), così come a 59 secondi quando realizza il sesto punto personale per il 51-53 con il quale si arriva all’ultima frazione.

In apertura di quarto periodo Mayo trasforma uno dei due liberi concessi per fallo di Mobio (52-53) e dopo due minuti Napoli annulla le distanze con Marini (58-58), che da lunetta non sbaglia e fa tre su tre (fallo di Johnson). A meno di 7 minuti dalla fine dell’incontro Giuri mette a segno la sua seconda tripla che consente all’Apu di tornare sul +4 (58-62). Ma l’incontro rimane apertissimo: a circa metà periodo Napoli impatta con la tripla di Uglietti dall’angolo (63-63) e sugli sviluppi dell’azione la terna arbitrale fischia un fallo in attacco a Italiano. La decisione viene contestata da coach Boniciolli che viene sanzionato con un fallo tecnico. Mayo si presenta in lunetta e riporta in vantaggio i campani (64-63). Lo stesso Mayo realizza la tripla del +4 (67-63) e a 2 minuti e 45 secondi dalla fine Iannuzzi aumenta il distacco (71-65). Alla tripla di Johnson (71-68), risponde Uglietti (74-68) e a 42 secondi dalla sirena Mayo dalla lunetta porta a 7 i punti di vantaggio dei napoletani (76-69). Si spegne definitivamente il sogno dell’Apu, Napoli vince per 80-69.

GEVI NAPOLI – APU OLD WILD WEST UDINE 80-69 (19-22, 27-38, 51-53)
GEVI NAPOLI: Zerini 5 punti, Iannuzzi 12, Klacar ne, Parks 10, Sandri, Marini 10, Mayo 26, Uglietti 12, Lombardi 2, Monaldi 3. All. Stefano Sacripanti.
APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 11 punti, Deangeli 5, Spangaro ne, Schina, Antonutti 16, Mobio 2, Agbara ne, Foulland 12, Giuri 10, Nobile 5, Pellegrino 3, Italiano 5. All. Matteo Boniciolli.
Arbitri: Cappello, Caforio, Catani.
Uscito per cinque falli: nessuno.



0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori