Home / Sport news / Doppietta spagnola all’Aquaticrunner Swimrun

Doppietta spagnola all’Aquaticrunner Swimrun

Parla spagnolo l’ottava edizione della competizione che unisce Grado a Lignano Sabbiadoro

Doppietta spagnola all’Aquaticrunner Swimrun

Parla spagnolo l’ottava edizione di Aquaticrunner, lo swimrun che unisce Grado a Lignano Sabbiadoro. Dacil Hernandez e Ignasi Gironès Pujadas hanno conquistato i titoli iridati, mentre i Campionati Italiani sono stati vinti dal grande campione del nuoto in acque libere Valerio Cleri e da Elena Pascucci.

In tutto sono state 20 le nazioni rappresentate dai 240 atleti che hanno preso il via all’evento organizzato da XtriM Sports e Triathlon Lignano Asd e patrocinato dalla Regione e dai tre Comuni di Lignano, Marano e Grado.

Lo start è stato dato alle 6.50 da Grado: in tutto sono stati 26 i chilometri da affrontare per gli atleti che hanno nuotato (4,75 chilometri) e corso (21,25 chilometri) attraverso le isole della laguna.

Aquaticrunner ha assegnato per la terza volta il titolo iridato e per questo ha attirato grandi atleti da tutta Italia e da tutto il mondo, con anche una delegazione di due forti atlete provenienti da Hong Kong. Nella gara maschile, davanti hanno fatto la gara in cinque, alternandosi a dettare il ritmo, con l’ultimo tratto di nuoto a decidere le sorti del podio.

L’ha spuntata Ignasi Gironès Pujadas che è riuscito a precedere di 28” il nostro Valerio Cleri, con terzo l’altro azzurro Andrea Secchiero, entrambi al loro esordio nel mondo swimrun. Nella top ten, ancora Spagna con il quarto e sesto posto di Viktors Vovrusko e Xavier Garcia Carabì, quinto Francesco Cauz, sempre grande protagonista ad Aquaticrunner, settimo il tedesco Christian Gotz, quindi Tommazo Azzaro, Andrea Pederzolli e Paolo Carminati a completare la top ten.

Per quanto riguarda la prova femminile, Dacil Hernandez è riuscita a spuntarla e ad arrivare trionfatrice sulla finish line della Bau Beach di Marina Punta Faro con un margine importante. Oltre 3’ il vantaggio della spagnola sulla nostra Elena Pascucci, con al terzo posto due atlete arrivate ex aequo: Daniela Calvino, campana, e Adelaide Cappellini, altoatesina, un’amicizia che unisce l’Italia che è nata e si è cementata anno dopo anno proprio ad Aquaticrunner e che le ha viste ancora una volta sfidarsi e dare tutto per poi decidere di arrivare abbracciate e tagliare insieme la linea del traguardo.

Tanta Italia, ma non solo, nelle prime dieci: ci sono infatti anche al sesto e settimo posto le due orientali, di Hong Kong, Natalie Wong Ka Fai e Valerie Wong Yee Fai; quinta Francesca Capitoli, 8^ Claudia Cherubini, 9^ Sara Roncato, 10^ Laila Fontana.

Alle premiazioni, presenti il vice Presidente Csen Nazionale Giuliano Clinori, l’Assessore allo Sport di Lignano Sabbiadoro Alessandro Marosa, il Consigliere del Comune di Marano Ambra Dal Forno e la Vice Presidente della Federazione Italiana Triathlon Elisabetta Villa. E proprio Villa, fresca di qualifica per il Mondiale Ironman Hawaii, si è detta felice per l’accordo raggiunto tra CSEN e FITri, primo passo importante per fare crescere ulteriormente il movimento dello swimrun.

Oltre alla gara assoluta, assegnati per la sesta volta anche i titoli nazionali CSEN vinti da Valerio Cleri, davanti a Secchiero e Cauz, e da Elena Pascucci, con seconde Calvino e Cappellini e terza Capitoli.

Un grande onore acclamare Valerio Cleri campione italiano di Swimrun: il grande nuotatore azzurro ha nel suo palmares due medaglie d’oro ai Mondiali di nuoto di Roma 2009 nei 25 km e ai Mondiali di nuoto in acque libere di Roberval del 2010 nei 10 km, oltre a due titoli europei e 16 titoli italiani.

Non solo swimrun, ma anche Dog SwimRun alla Bau Beach di Lignano Sabbiadoro! Prima dell’arrivo degli atleti di Aquaticunner, bellissimo accogliere al traguardo l’ultima frontiera di questo sport, con “umani e pelosi” uniti correndo e nuotando fino al traguardo. Complimenti ai Campioni nazionali Csen di Dog SwimRun Stefania Oliosi e Luca Folpini, rispettivamente in gara con la Dobermann Jackie Brown e con il Pastore Belga Malinois Naira.

E complimenti a Matteo Benedetti, race director e anima e core di Aquaticrunner che ha saputo creare un gruppo consolidato capace di far migliorare ogni anno l’evento.

Strepitoso come ogni anno anche la voce di Aquaticrunner, Gilberto Zorat, che ha accolto “i leoni” al traguardo e ha animato, munito di kilt scozzese e una grinta impareggiabile, la finish line per tutti gli atleti, dal primo all’ultimo.

Tra le tante storie da raccontare, emozioni fino alle lacrime per la richiesta di Carlo che ha aspettato la sua Lisa al traguardo chiedendole di sposarlo (Lisa ha detto sì! Anche se era un po’ contrariata perché la sua gara non era andata esattamente come voleva); e per il ricordo di Fabio Santini che ha centrato per l’ottava volta la finish line di Aquaticrunner (su 8 edizioni disputate!) e ha dedicato anche questo traguardo al suo grande amico Sandro Tusini; e di Matteo Benedetti che ha ricordato il grande Alessandro Talotti, il campione friulano per sei anni primatista italiano di salto in alto.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori