Home / Sport news / Ecco la Pordenone Sitting Volley League

Ecco la Pordenone Sitting Volley League

Presentata la prima edizione della manifestazione che esalta i valori e l'uguaglianza tra gli atleti

Ecco la Pordenone Sitting Volley League

"Il sitting volley è una disciplina che esalta i valori dello sport e l'uguaglianza tra gli atleti. Da questo mondo ci aspettiamo ancora una volta un messaggio positivo in un momento in cui è necessario accelerare sulla campagna vaccinale". Lo ha detto l'assessore regionale allo Sport Tiziana Gibelli partecipando oggi in Municipio a Pordenone alla conferenza stampa di presentazione della prima edizione della "PN Sitting Volley League", manifestazione organizzata dall'Associazione sportiva Alta Resa in collaborazione con il comitato regionale e provinciale della Federazione italiana pallavolo e con il contributo del Comune di Pordenone. L'iniziativa fa parte di una serie di eventi dimostrativi di sitting volley che Alta Resa, unica rappresentante regionale ad avere una squadra che pratica questo sport, sta portando avanti in Friuli Venezia Giulia con l'obiettivo di aumentare la visibilità di questa disciplina paralimpica.

Alla presenza degli assessori comunali Valter De Bortoli e Guglielmina Cucci, del presidente della società sportiva Alta Resa Isacco Battistella, e dei presidenti della Fipav regionale e provinciale Alessandro Michelli e Stefano de Rosa, l'assessore regionale ha posto in risalto i valori racchiusi in questa disciplina sportiva.

"Ospitare a Pordenone la prima edizione della sitting volley league - ha detto Gibelli - è motivo di orgoglio perché è una manifestazione che esalta l'uguaglianza e i valori dello sport, consentendo a persone con abilità diverse di competere a pari livello al fine di conseguire un risultato. Le discipline sportive sostituiscono il ruolo che aveva l'educazione civica nelle scuole perché insegna il rispetto delle gerarchie, delle regole e degli atleti in campo, tanto più quando questi fanno più fatica nell'esprimere al meglio le proprie potenzialità".

L'assessore regionale si è poi soffermato sulle misure che la Regione ha messo in campo per sostenere la ripartenza dello sport dopo il periodo del lockdown. "Con le risorse destinate alla sanificazione, nelle palestre dell'area pordenonese sono stati compiuti importanti investimenti per l'acquisto di apparecchiature dedicate alla purificazione dell'aria, migliorando così la qualità degli impianti sportivi utilizzati dalla collettività. Questa misura - ha spiegato ancora l'assessore regionale - è stata fortemente voluta dall'esecutivo non solo per consente di svolgere le varie discipline in sicurezza ma anche per permettere ai giovani di non perdere uno dei loro momenti di socialità più importanti, evitando così il rischio dell'abbandono delle attività sportive a causa del covid".

L'assessore ha infine evidenziato il messaggio positivo che lo sport ha dato in passato "e che mi auguro continui anche in questo momento. I campioni hanno fornito da subito il proprio convinto contributo diventando testimonial della campagna vaccinale e lo sport ha saputo, con coraggio, fermarsi nel periodo più complicato della pandemia per non mettere a rischio la salute degli atleti. Con le nuove norme che stanno per essere varate sarà chiaro che chi è vaccinato è protetto e protegge gli altri; pertanto potrà continuare a svolgere la sua vita normale che gli consentirà di avere a che fare con lo sport sia come atleta che come spettatore".

La prima edizione della "Pn sitting volley league" si terrà il 27 e 28 novembre al PalaGallini, grazie alla collaborazione della società Insieme per Pordenone e coinvolgerà squadre provenienti da Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Marche. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori