Home / Sport news / Europei di nuoto, Alice Mizzau bronzo nella 4x200 stile

Europei di nuoto, Alice Mizzau bronzo nella 4x200 stile

La friulana sale sul terzo gradino del podio con la staffetta mista, alle spalle di Gran Bretagna e Francia

Europei di nuoto, Alice Mizzau bronzo nella 4x200 stile

Arriva nell'ultima gara del programma della penultima giornata del nuoto in vasca la prima medaglia friulana degli Europei di nuoto di Roma. La firma? E' quella di Alice Mizzau, che sale sul terzo gradino del podio nella staffetta mista 4x200 stile libero.

Il team azzurro schiera Stefano Di Cola (1'47''00), Matteo Ciampi (1'47''69), Alice Mizzau (1'58''73) e la giovane Antonietta Cesarano (1'58''43), che concludono in 7'31''85, confermando l'Italia sul podio nella specialità dopo il secondo posto di Stefano Ballo, Stefano Di Cola, Federica Pellegrini e Margherita Panziera a Budapest 2021.

L'oro è della Gran Bretagna in 7'28''16 e l'argento alla Francia in 7'29''25. "Siamo stati tutti bravi. E' veramente dura gareggiare: siamo tutti stanchi ma abbiamo dato il meglio", racconta Di Cola, tesserato per Marina Militare e CC Aniene. "Sono contento della mia frazione".

Prosegue Ciampi (Esercito/Livorno Aquatics): "E' un bel bronzo, ma a livello personale non sono troppo contento: ho nuotato al di sotto delle mie potenzialità. Sono contento di essere sul podio insieme a Stefano (Di Cola ndr), perchè siamo insieme in squadra da tanto tempo e siamo molto legati".

Poi spazio ad Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Vis Sauro): "Il tifo ha aiutato tantissimo, soprattutto nel mio ultimo 50: mi sono divertita, perché era la prima volta che disputavo una staffetta mixed", conclude la friulana, soddisfatta anche del crono. Nella staffetta 4x200 stile femminile si era fermata al quarto posto, partendo come prima frazionista (2'00''58 il suo tempo), con Linda Caponi (2'00''06) e le gemelle debuttanti Noemi (1'58''81) e Antonietta Cesarano (1'59''38).

Proprio Antonietta Cesarano ha avuto ancora il compito di chiudere la gara: "Non poteva andare meglio. Mi fa piacere di essere scesa sotto l'1'59: era un po' che non mi accadeva. E' un'emozione indescrivibile salire su un podio europeo e davanti al pubblico italiano".

0 Commenti
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori