Home / Sport news / Giada Rossi campionessa europea

Giada Rossi campionessa europea

A Helsingborg la pongista di Zoppola conquista la medaglia d'oro... in anticipo

Giada Rossi campionessa europea

La seconda giornata dei Campionati Europei paralimpici di Helsingborg si è conclusa in modo trionfale per l'Italia e anche per il Fvg. Merito di Giada Rossi (nella foto con il direttore tecnico Alessandro Arcigli) che ha conquistato la medaglia d'oro in classe 2.

L'azzurra di Zoppola nel terzo incontro del girone unico a cinque ha mandato a referto un altro 3-0 (11-2, 11-4, 11-4). A fare le spese della sua superiorità è stata la malcapitata francese Isabelle Lafaye, che ha dovuto accontentarsi di raccogliere le briciole. La campionessa friulana è seconda in classifica a un punto dalla serba Ana Prvulovic, che ha però concluso i suoi impegni agonistici.

Domani, comunque andrà l'ultima sfida, alle 12.45 al tavolo 1 contro la russa Nadejda Pushasheva, la detentrice del titolo nelle ultime tre edizioni della manifestazione, Rossi sarà prima, perché in caso di parità potrà far valere la vittoria ottenuta su Prvulovic. Il confronto con la russa sarà, dunque, una sorta di passaggio di consegne.

Dopo i bronzi paralimpico a Rio 2016, il Mondiale a Celje nel 2018 e gli Europei a Vejle nel 2015 e a Lasko nel 2017, Giada si metterà al collo la prima scintillante medaglia d'oro, che assume un significato particolare a un anno dai Giochi di Tokyo 2020. L'ultima volta l'Italia era salita sul gradino più alto continentale proprio in classe 2 femminile con un'altra friulana, Pamela Pezzutto, nel 2011 a Spalato, in Croazia.

Per Giada Rossi, il titolo continentale vale triplo in quanto si aggiudica il pass diretto, con un anno di anticipo, per le Olimpiadi di Tokyo 2020, e grazie ai punti acquisti diventa numero uno del ranking mondiale.

Emozioni indescrivibili quelle provate dalla famiglia Rossi, che ripagano i tanti sforzi condivisi con il gruppo della nazionale. “Grazie a tutti i sostenitori, alla sindaca Papais di Zoppola, che provvederà a ringraziare tutti i miei concittadini da parte mia, e in particolare ad Alessandro (il dt della nazionale, ndr) e a Silvana sua moglie con i quali assieme alla mia famiglia e al nostro ristretto gruppo di amici condividiamo i giorni di allenamento durante le festività natalizie e pasquali, i ponti festivi, il compleanno festeggiato in ritiro a Lignano e gli allenamenti di Verona e Imola”, ha detto la campionessa. “Tokyo è ancora distante, ma già dalla prossima settimana saremo in ritiro consapevoli che il percorso è ancora lungo. Ora ci godiamo il successo, pensando che la partita più difficile sarà la prossima perché come dice Arcigli le medaglie si vincono in allenamento e in gara si vanno a ritirare se abbiamo fatto tutto il possibile per meritarle”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori