Home / Sport news / Il Giro Podistico esalta Pordenone

Il Giro Podistico esalta Pordenone

La 40esima edizione ha portato in città non solo i grandi campioni della corsa, ma anche tanti appassionati

Il Giro Podistico esalta Pordenone

Una città in festa che, per un pomeriggio, si è finalmente sentita libera da vincoli e si è messa alle spalle mesi e mesi di difficoltà sociali. Anche a questo è servita la 40esima edizione del Giro Podistico Internazionale Città di Pordenone che ha portato in città non solo i grandi campioni della corsa, ma ha attirato sulle strade tanti appassionati, come non si vedeva dal 2019.

Questa è forse la più bella vittoria della kermesse allestita dall’Atletica Brugnera Friulintagli, con le prove, come sempre allestite nel circuito cittadino di 1.666 metri da coprire tre volte, che hanno assegnato i titoli regionali per le varie categorie, ma che prevedevano anche tante gare a livello giovanile come da tradizione.

Le prove più attese erano quelle assolute, che hanno chiuso il programma. Si è cominciato con la gara femminile nella quale la kenyana del Gs Lammari Lucy Mawia Muli ha ben presto fatto la differenza guadagnando terreno a ogni tornata. Notevole il suo tempo finale, 15’48” non lontano dal 15’34” con cui aveva vinto la Scalata del Castello il 19 agosto ad Arezzo. Nettamente staccata la connazionale Veronica Maina Njeri (Gs Il Fiorino), al traguardo in 16’18”, ottima prova per Rebecca Lonedo (Atl.Vicentina), terza in 16’26” a precedere un’atleta di vaglia come l’altra kenyana Lenah Jerotich (Atl.2005) quarta in 16’50”.

Ancora più appassionante la gara maschile, nella quale si è assistito alla doppietta torinese con Rodgers Maiyo che ha preceduto in 14’16” Edwin Kibet Kiptoo, staccato di 3”. Terza posizione di Eric Muthomi Riungu (Atl.Saluzzo), a completare un podio tutto kenyano, in 14’32”. Per trovare il primo italiano dobbiamo scendere al sesto posto, con Paolo Zanatta (Trevisatletica), 39 anni e non sentirli, in 15’00”.

Un’edizione da ricordare, che ha avuto il supporto degli enti locali, dalla Regione al Comune, ma anche della Fidal (la gara era inserita nel calendario nazionale) e dell’Asd Carducci di Pordenone, che ha collaborato all’allestimento del pomeriggio atletico. Le gare, valide quali quinta prova della Coppa Provincia di Pordenone, torneranno il prossimo anno, per una storia ancora lunga da scrivere.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori