Home / Sport news / L'Apu ha la meglio su Rimini dopo un supplementare

L'Apu ha la meglio su Rimini dopo un supplementare

In un Carnera bollente, Udine ritrova la vittoria contro la RivieraBanca per 81-80

L\u0027Apu ha la meglio su Rimini dopo un supplementare

Torna a ruggire l’Apu e lo fa davanti in un PalaCarnera davvero caldissimo. Dopo il ko di sette giorni fa a Cento, i bianconeri si sono imposti questa sera contro la RivieraBanca Rimini per 81-80, dopo un supplementare, al termine di una gara ricca di azioni spettacolari e canestri impossibili.

Mvp dell’incontro Alessandro Gentile, autore di 20 punti e con 30 di valutazione. Inoltre prima della partita Isaiah Briscoe è stato premiato Mvp Eurizon per il mese di dicembre dall’Amministratore delegato dell’Apu Old Wild West Udine Gianpaolo Graberi. Prossimo appuntamento domenica alle 17.00 al Paladozza contro la Fortitudo Flats Service Bologna.

Senza Vittorio Nobile (rimasto ai box per un problema alla schiena), coach Carlo Finetti schiera il quintetto formato da: Monaldi, Briscoe, Gentile, Antonutti e Cusin. Prima dell’inizio del match il capitano bianconero consegna un bouquet di fiori e una maglia personalizzata in Parterre Argento Nomago per ricordare Luisa Menegazzo, tifosa dell’Apu Old Wild West Udine scomparsa in settimana a soli 54 anni. Dalla palla a due trascorrono centottanta secondi prima di sbloccare la partita: è Johnson a siglare il primo canestro della serata (0-2), mentre Gentile rompe il ghiaccio per i padroni di casa (2-2) e Briscoe – su assist dello stesso Gentile – porta l’Apu Udine in vantaggio per la prima volta (4-2). Nei minuti successiva inizia un confronto serrato tra le due formazioni, infarcito da molti errori in fase offensiva. A 4 minuti e 31 secondi dal termine del primo quarto nuova situazione di parità con Monaldi che segna i primi punti personali (8-8) e due minuti più tardi Briscoe riporta avanti l’Old Wild West (14-13).Coach Mattia Ferrari chiama il timeout e al rientro Sherrill commette fallo su Meluzzi che fa 2/3 dalla lunetta (14-15). RivieraBanca prende coraggio e nel finale si porta sul +6 grazie ad Anumba (che sigla la prima tripla della gara) e Landi (14-20). Gentile accorcia (16-20), Gaspardo spreca (0/2 dalla lunetta, fallo antisportivo di Landi) e Briscoe chiude il primo periodo sul 18-20.

In avvio di secondo quarto lo stesso Briscoe commette il primo fallo su Johnson che trasforma entrambi i liberi concessi dalla terna arbitrale (18-22) e Anumba sfrutta il successivo possesso portando nuovamente a 6 le lunghezze di distacco dai friulani (18-24). Ma l’Old Wild West rientra subito in partita e dopo tre minuti e 28 secondi di gioco rimonta lo svantaggio grazie alla prima tripla bianconera firmata da Sherrill (27-25). Antonutti e Gentile dalla lunetta mantengono il parziale aperto, portando a 11 i punti consecutivi realizzati dai bianconeri (31-25). RivieraBanca interrompe la striscia dei padroni di casa con Ogbeide (31-27) e Johnson (31-30), ma l’Apu con le bombe di Gaspardo e Monaldi chiude il primo tempo sul +5 (39-34).

Al rientro dall’intervallo l’Apu Udine allunga ulteriormente con Briscoe, a segno dall’area (41-34). La guardia Usa subisce anche il fallo di Johnson e trasforma il libero aggiuntivo per il +8 bianconero (42-34). L’Old Wild West continua a cavalcare l’onda positiva: Gentile realizza il +10 (44-34) e Pellegrino dall’arco emoziona il Carnera con la tripla del +13 (47-13). RivieraBanca si affida alle iniziative di Johnson (47-37), ma non basta. A metà periodo uno straordinario alley-oop di Gaspardo (ottimamente servito da Palumbo) infiamma il Carnera per il nuovo +12 bianconero (52-40). Nella seconda metà del terzo quarto la formazione di coach Ferrari riduce il gap (56-48), ma i friulani non rimangono a guardare. A 2 minuti e 25 secondi Sherrill è chirurgico dall’area (58-48), così come Briscoe merita la standing ovation con il canestro del 63-52 con il quale si va all’ultimo quarto. Anche l’ultima frazione vede sempre avanti i ragazzi di coach Finetti. A 7 minuti dalla fine dell’incontro RivieraBanca prova a rientrare in partita con Johnson (67-61), ma Esposito riporta i bianconeri sul +8 (69-61). Partita finita? Non ancora. A metà periodo, sul +4 per i bianconeri, Rimini beneficia di due liberi (fallo di Sherrill), ma Johnson spreca tutto lasciando immutato il punteggio (69-65). L’Old Wild West non è da meno: fallito il possesso successivo, incassa il -2 di Ogbeide (69-67) e a 2 minuti e 46 secondi dalla fine della partita lo stesso numero 34 biancorosso annulla le distanze (71-71). L’Apu Udine rimane in balia dell’avversario e un minuto dopo per la seconda volta in tutta la partita si ritrova a inseguire (71-73, Johnson). Briscoe subisce fallo da Landi a 38 secondi dalla fine e realizza entrambi i liberi per il 73-73 con il quale le squadre vanno ai supplementari.

Gentile va subito a segno dall’area (75-73), ma nel possesso successivo gli viene sanzionato un fallo in attacco. Il numero 5 bianconero reagisce e viene punito con il tecnico: Masciardi trasforma il libero (75-74) e per l’Old Wild West è tutto da rifare. Proprio Gentile, però si fa subito perdonare con il 77-74 e a un minuto e 35 secondi dalla fine del tempo supplementare firma anche il +5 (79-74), dopo lo 0-2 dalla lunetta di Briscoe (fallo di Anumba). Rimini, come da ragione sociale, “rinasce” con la tripla di Johnson (79-77), che replica dall’arco a 45 secondi dal termine (81-80). Ultimi secondi di fuoco: l’Apu Udine sbaglia tutto in attacco, l’ultimo possesso è per Rimini che però non ha lucidità necessaria per colpire e finisce per soccombere. Al Carnera finisce 81-80.

APU OLD WILD WEST UDINE – RIVIERABANCA RIMINI 81-80 (18-20, 39-34, 63-52, 73-73)

APU OLD WILD WEST UDINE: Gentile 20 punti, Palumbo 1, Antonutti 2, Gaspardo 7, Cusin, Briscoe 20, Fantoma ne, Esposito 4, Pellegrino 3, Monaldi 7, Sherrill 17. All. Carlo Finetti.

RIVIERABANCA RIMINI: Tassinari 5 punti, Anumba 16, Meluzzi 3, Scarponi, Masciardi 3, D’Almeida, Bedetti, Johnson 31, Ogbeide 18, Landi 4. All. Mattia Ferrari.

Arbitri: Radaelli, Perocco, Calella.

Uscito per cinque falli: nessuno.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori