Home / Sport news / L'atletica va a scuola con il Gruppo Danieli

L'atletica va a scuola con il Gruppo Danieli

Inaugurato il nuovo progetto formativo per gli insegnanti di primarie e secondarie per creare la cultura dello sport fin da piccoli

L\u0027atletica va a scuola con il Gruppo Danieli

L'atletica leggera entra nelle scuole: è stato inaugurato oggi l'Atletica va a scuola, il nuovo progetto congiunto tra Danieli e Libertas Udine per formare gli insegnanti e introdurre nuove metodologie di insegnamento per l'attività fisica, in modo da creare una cultura sportiva fin da bambini.

Partner del progetto, che altre al sostegno finanziario del Gruppo di Buttrio, ha ottenuto il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale, del Comitato regionale del Coni e del Comitato Fidal Fvg è l’Atletica Malignani Libertas Udine, una delle società italiane più blasonate. Negli oltre sessant’anni di attività, grazie all’impegno di tanti docenti e tecnici di primo livello, ha avviato alla pratica sportiva migliaia di giovani, a partire dai sei anni di età, e ha “prodotto” una serie innumerevole di campioni, diversi dei quali hanno anche partecipato alle Olimpiadi.

A riconoscimento di questa attività nel 2018 il Coni le ha concessola Stella d’oro al merito sportivo, che è la massima onorificenza che una società sportiva può conseguire. Lo scopo statutario è innanzitutto quello di promuovere la pratica dell’atletica leggera nelle sue espressioni di base: corsa, salto e lancio rivolto ai bambini, ai ragazzi e ai giovani.

Nell’associazione è profondamente radicata la convinzione che l’esercizio sportivo dia un contributo essenziale e insostituibile alla formazione umana e civile delle persone. Per questi motivi la società ha accolto favorevolmente la proposta della Danieli di elaborare e realizzare un progetto di promozione dell’attività sportiva nelle scuole.

L'Atletica va a scuola, in riferimento alla diversità dei destinatari e della metodologia si articola su due modalità di intervento. La prima, tramite i docenti della scuola, è rivolta agli alunni della primaria e ai “grandi” della scuola dell'infanzia; la seconda si rivolge direttamente con propri tecnici e agli alunni della scuola secondaria di primo grado. Si tratta, quindi, di entrare con personale qualificato della società in quegli istituti scolastici che daranno la loro disponibilità per la realizzazione dell’iniziativa, inserendola nel proprio Piano dell’offerta formativa.

Questo progetto, attraverso l’attività didattica dei docenti, si rivolge agli alunni dell’infanzia e della primaria per dar loro la possibilità di usufruire di esperienze motorie formative nuove durante tutto l’anno scolastico. L’attività, varia e multilaterale, spazierà dall’uso degli schemi motori di base alla loro applicazione in giochi, percorsi, staffette, circuiti anche con piccoli attrezzi. Dai giochi tradizionali si passerà ad attività di giocosport, per dare la possibilità a tutti i bambini, nessuno escluso, di cimentarsi e di provare nuove situazioni motorie adatte alle loro età, capacità e motivazione.

Per ottenere questo risultato è necessario che i docenti acquisiscano una “cultura sportiva” per la quale un’attività motoria corretta in questa fascia d’età così “sensibile” a questo tipo di apprendimenti, rappresenta il primo passo verso una sana ed equilibrata crescita “psico- fisica” e il giusto avvio a una “futura e duratura pratica sportiva”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori