Home / Sport news / La 3 Sere di Pordenone diventa ancora più grande

La 3 Sere di Pordenone diventa ancora più grande

Con l’assegnazione della gestione del Bottecchia agli Amici della Pista, si è aperta una nuova era per il ciclismo pordenonese

La 3 Sere di Pordenone diventa ancora più grande

Con l’assegnazione della gestione dell’impianto del Bottecchia alla società Amici della Pista, si è aperta una nuova era per il ciclismo pordenonese. La società capitanata da Eliana Bastianel (ex presidente provinciale per ben tre mandati) ha idee chiare e costruttive per rilanciare le due ruote nel territorio e soprattutto coinvolgere i giovani e i bambini.

“Il progetto su cui ci stiamo focalizzando maggiormente è la reintroduzione delle attività ricreative” racconta Bastianel “vogliamo fare del velodromo Bottecchia un punto di riferimento cittadino e provinciale per ragazzi e bambini in modo che possano venire in pista per trascorrere i pomeriggi in totale sicurezza. Vorremmo ripristinare un evento-gioco che abbiamo organizzato parecchi anni fa, basato sul divertimento in bici, con campi attrezzati di bmx e ciclocross, per far avvicinare i più piccoli al mondo delle 2 ruote che è, non solo fatica, ma anche tanto divertimento”.

In questo 2021, in cui le regole per la stagione non sono ancora ben delineate a causa dell’emergenza che tutti consociamo, gli Amici della Pista stanno pensando all’organizzazione dell’intero anno sportivo, dalle gare promozionali riservate ai ragazzini, al Master regionale delle piste per le categorie giovanili, fino alla 3 Sere Internazionale città di Pordenone.

3 Sere che quest’anno confermerà il trend positivo delle ultime cinque edizioni, che hanno visto la manifestazione crescere su tutti i fronti. Gare Uci di prima fascia, campionati europei, campionati italiani, discipline dietro motori, internazionalità di atleti e di visibilità grazie allo streaming e ai social network, tutto questo non basta agli Amici della Pista che in questo 2021 vogliono fare un passo avanti verso il traguardo delle “Sei giorni”. Nessuna ufficialità in merito, ma lo staff organizzativo sta già lavorando per incrementare la manifestazione di alcune discipline e, perché no, di un’altra serata di gare.

Il supporto delle Istituzioni, la vicinanza di tutti gli sponsor privati, fanno sì che gli Amici della Pista possano concretizzare i loro progetti, in cui i giovani sono il vero investimento per il futuro.
Non ci resta che attendere e prepararci a vivere una stagione su pista a Pordenone senza precedenti.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori