Home / Sport news / Ravenna espugna Martignacco

Ravenna espugna Martignacco

Volley A2 - Stop per 1-3 per le friulane che ora dovranno combattere per la salvezza nella Pool retrocessione

Ravenna espugna Martignacco

Si chiude con un ko il girone di ritorno dell’Itas Città Fiera che nell’ultimo atto della prima fase cede in casa 1-3 (25-18, 17-25, 25-27, 20-25) all’Olimpia Teodora Ravenna. In avvio, coach Gazzotti sceglie Carraro in regia, Smirnova opposto, Rucli e Tonello al centro, Pascucci e Fiorio in banda, Scognamillo libero.

Parte bene l’Itas Città Fiera (3-0, 4-1, 5-2) e tiene salde le due mani sul manubrio. In concomitanza col turno in battuta di Rucli, che mette le romagnoli in difficoltà, le friulane allungano: 14-9, 15-10, 20-14. E’ lo strappo decisivo. Gazzotti schiera pure, al servizio, Cerruto per Pascucci (22-15) e Cortella per la stessa Rucli (23-18). La Libertas chiude 25-18 e va sull’1-0.

Nel secondo set, Ravenna scatta bene dai blocchi di partenza (1-3, 2-4, 3-8) e l’andazzo è la fotocopia al contrario del primo. Con l’unica differenza che l’Itas Città Fiera cerca di mettere finché può il bastone tra le ruote delle romagnole arrivando in alcune occasioni sul -1: 9-10, 13-14, 14-15, 15-16. La sgommata decisiva è quella che proietta Ravenna sul 15-20. La Olimpia Teodora pareggia (1-1) grazie al 17-25.

Il terzo parziale è combattuto. La partenza è targata Itas Città Fiera (9-6, 10-7) che tuttavia, dopo essere salita sul 15-12, si fa superare sul 16-17. Ravenna guadagna due punti di vantaggio dal 17-19 e li mantiene fino sul 21-23. Martignacco ci mette cuore e orgoglio per andare ai vantaggi e rimettere il naso avanti sul 24-23 e sul 25-24. L’Itas Città Fiera ha il difetto di non riuscire a chiudere i conti in due occasioni e Ravenna sfrutta l’occasione: 25-27 ed è 1-2.

Mentalmente l’1-2 è un colpo duro per le friulane che nel quarto set faticano ad ingranare. Ravenna schizza sullo 0-5, l’Itas Città ricuce (2-5), ma le romagnole scappano via nuovamente: 3-11. E’ l’allungo determinante perché la Libertas (che nel frattempo schiera Modestino per Rucli, Rossetto per Pascucci e Braida per Carraro) non riesce ad impensierire per davvero le avversarie nel resto del match: 11-14, 16-19, 18-20. Ravenna conclude 20-25 e vince 1-3.

Questa sconfitta, che interrompe la striscia di tre vittorie consecutive, costringe l’Itas Città Fiera alla Pool retrocessione. Considerando che il primo sorriso stagionale, Martignacco, lo aveva colto solamente alla penultima d’andata nel derby interno contro Talmassons, è stato senza dubbio encomiabile potersi giocare la salvezza anticipata fino all’ultima giornata.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori