Home / Sport news / Sport in lutto, si è spento Faustino Anzil

Sport in lutto, si è spento Faustino Anzil

Classe 1937, era il decano dei preparatori atletici friulani e aveva preso parte alle più importanti manifestazioni internazionali

Sport in lutto, si è spento Faustino Anzil

Il mondo dello sport friulano è in lutto. Si è spento questa mattina il professor Faustino Anzil. Classe 1937, era da tempo malato.

Era il decano dei preparatori atletici regionali e uno dei principali artefici del ‘boom’ di diverse discipline e altrettanti campioni, senza dimenticare i suoi trascorsi nel mondo del calcio, all’Udinese nelle stagioni 1986-87 e 1987-88 e, poi, nello staff tecnico di Lazio, Triestina e Padova.

Uomo di scuola e di sport, era stato programmatore del settore salti della Nazionale di atletica leggera, prendendo parte alle più importanti manifestazioni internazionali. Tra i suoi atleti figurano anche Enzo Del Forno e Massimo Di Giorgio, a suo tempo primatisti italiani della disciplina.

Assessore alla pubblica istruzione e allo sport del Comune di Udine negli anni 2000, era stato anche presidente della sezione provinciale dell’Associazione nazionale Atleti olimpici e Azzurri d’Italia, di cui era ancora consigliere. Stella d’argento del Coni come dirigente sportivo, era un’autentica memoria storica dello sport friulano.

Ai nostri campioni e alle loro storie aveva dedicato articoli e numerose pubblicazioni, compresa un’autentica ‘enciclopedia’ come ‘Friulani ai Giochi Olimpici estivi e invernali’ che da Londra 1908 ripercorre le vicende a Cinque Cerchi di tutti i protagonisti 'made in Fvg'. Olimpiadi che lui stesso aveva vissuto, a vario titolo, da Roma 1960 a Montreal 1976.

“Ci ha lasciato Faustino Anzil, che ha dedicato la sua vita all'atletica e allo sport in generale”. E' il pensiero di cordoglio dell'assessore regionale allo Sport, Tiziana Gibelli. “Anzil fu allenatore di grandi saltatori Fvg come Del Forno e Di Giorgio e anche nel mondo del calcio operò ai massimi livelli da preparatore atletico, tra gli altri club, di Udinese e Triestina. E si impegnò civicamente anche per la sua città, da assessore a Udine. Lui ci ha salutato - questo il messaggio dell'assessore - ma la sua memoria resta con noi”.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori