Home / Sport news / Torna il Giro della Regione Friuli Venezia Giulia

Torna il Giro della Regione Friuli Venezia Giulia

Dall'1 al 4 settembre, sulle strade del Fvg i migliori talenti del ciclismo mondiale della categoria Elite e Under 23

Torna il Giro della Regione Friuli Venezia Giulia

Da giovedì 1 a domenica 4 settembre tornerà il Giro internazionale della Regione Friuli Venezia Giulia, importante manifestazione ciclistica che vedrà schierarsi alla partenza i migliori talenti del ciclismo mondiale della categoria Elite e Under 23. Quattro le tappe in programma con l’organizzazione dell’Asd Libertas Ceresetto del presidente Andrea Cecchini.

Il giro è una corsa prestigiosa, la più antica gara ciclistica a tappe italiana per dilettanti, nata nel 1962, ha scritto importanti pagine di storia del ciclismo italiano e internazionale, vetrina e trampolino di lancio di giovani campioni del futuro e che da sempre si intreccia anche con le vicende storiche e culturali del suo territorio. Nel primo trentennio della sua storia, l’unica volta che la corsa è stata costretta a fermarsi forzatamente fu nel 1976, a causa del terribile terremoto che colpì il Friuli. L’anno successivo ne diventa anche un simbolo di ripartenza per la sua gente.

La prima edizione del 1962, disputata in tre giorni e quattro frazioni, fu vinta da Giovanni De Franceschi che fu il primo a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della corsa. L’anno successivo, nel 1963, la firma che comincia a fare storia è quella del grande Felice Gimondi. Il campione bergamasco di Sedrina vince in Friuli, passa professionista e due anni dopo nel 1965, a 22 anni, vince addirittura il Tour de France. Una storia che oltre 50 anni dopo si è ripetuta nel 2018 con la vittoria al Giro della Regione Friuli Venezia Giulia dello sloveno Tadej Pogacar che due anni più tardi, nel 2020, pure lui a 22 anni, ha vinto il Tour de France per la prima volta, facendo anche il bis nell’edizione 2021 e secondo quest’anno.

In mezzo alle edizioni vinte da questi due campioni sono davvero tanti i nomi illustri del ciclismo che hanno lasciato la loro firma sulla classifica finale della corsa friulana. Per fare alcuni nomi: Marino Basso (1965), Claudio Corti (1977), Claudio Chiappucci (1984), Gilberto Simoni (1991 e 1993), Danilo Di Luca (1998), Gianluca Brambilla (2009), Diego Rosa (2012), Jan Polanc (2013). L’ultima edizione, nel settembre 2021, è stata vinta dal tedesco Jonas Rapp.

Negli ultimi anni la regia organizzativa della corsa è passata nelle mani della Libertas Ceresetto con il presidente Andrea Cecchini, il responsabile percorsi e sicurezza Danilo Moretuzzo e il coordinamento dell’ex professionista Christian Murro che, insieme alla loro squadra di collaboratori, con grande impegno hanno dato nuovo lustro a questa storica manifestazione con la voglia di continuare una grande tradizione per lo sport friulano, nazionale e internazionale. Anche quest’anno sono attesi i migliori giovani del panorama internazionale e si annuncia grande spettacolo.

LE TAPPE: giovedì 1 settembre, Lavariano km 20,1; venerdì 2 Fagagna – Colloredo di M.te Albano km 157; sabato 3 Pavia di Udine – Cosef – Sutrio loc. Zoncolan km 160; domenica 4 Trieste – Udine km 152.

JACUM... DAL ZIR. Giovedì 25 agosto a Codroipo è in programma l'evento conclusivo del centenario della scomparsa di Giacomo Bonutti - Jacum dai Zeis, con una serata davvero speciale condotta dalla comica Catine.

Per onorare la memoria e soprattutto per far conoscere ai friulani di oggi la grandezza della sua figura, è nato il progetto “Jacum 100” che vede impegnati la nostra testata assieme a tre Comuni del Medio Friuli: Pocenia, dove Bonutti nacque, Talmassons, dove visse, e Codroipo nei cui mercati lavorò.

Sabato 3 settembre, il traguardo volante del passaggio a Codroipo della 58° edizione del Giro del Friuli Venezia Giulia sarà dedicato proprio a Jacum dai Zeis. “Sarà un’occasione – spiega il vice sindaco Giacomo Trevisan – di unire il ricordo di Jacum dai Zeis, che rappresenta la tradizione e la fatica del lavoro, con uno sport altrettanto popolare, già conosciuto ai suoi tempi. La tappa volante del 3 settembre passerà proprio sotto al monumento a lui dedicato, che il concittadino Pierluigi Valoppi si è già impegnato a conservare e mantenere al meglio. Sempre per rimanere in ambito sportivo - conclude Trevisan -, a partire dalle 13, nell’area degli Impianti base, ci sarà un Open Day organizzato dalla Libertas Gradisca di Sedegliano e dalla Scuola Skateboard di Codroipo. Una grande festa popolare e sportiva per tutti”.

1 Commenti
fabar

Quindi ancora strade bloccate per ore in attesa dei ciclisti in giornate feriali.. un grazie agli organizzatori e alla prefettura per il lieto annuncio.

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori