Home / Sport news / Toyota sceglie Ampezzo per i test in vista del Rally di Monza

Toyota sceglie Ampezzo per i test in vista del Rally di Monza

Colpaccio di Carnia Pistons che, in gran segreto, ha organizzato quattro giorni di prove per Evans, Ogier, Rovanpera e Takamoto

Sotto traccia, al riparo dei riflettori, con un’abile controspionaggio tra le file social dei propri appassionati per mantenere il segreto. Carnia Piston ha “pilotato” da martedì a oggi, sulle strade di Ampezzo e dintorni, nientemeno che un test ufficiale del team Toyota Gazoo Racing in preparazione al Rally di Monza (3/6 dicembre), ultima prova del Campionato del Mondo 2020.

Roba da non credere, ma autentica e alla luce del sole per pastori, montanari e cercatori di funghi, nonché un ristretto nucleo di adepti della scuderia capitanata da Matteo Bearzi, sguinzagliati su prove speciali ad hoc tracciate a Lauco, Verzegnis, Passo Pura e Salars.

Condizioni meteo perfette, cielo azzurro e magia dei colori autunnali. Asfalto gommato come in pista dai passaggi in serie delle Toyota Yaris Wrc Plus guidate dal britannico Elfyn Evans, in testa alla classifica iridata, dal francese Sebastien Ogier, principale avversario stagionale e pluricampione con sei titoli all’attivo, l’enfant prodige finlandese Kalle Rovanpera e il giapponese Takamoto Katsuta.

Una meticolosa ricerca delle migliori soluzioni di assetto e di mescole degli pneumatici, prova di rendimento dei motori e delle componenti meccaniche. Ripetizione estenuante di prove in un circo ristretto e a porte rigorosamente chiuse, tanto più considerando l’emergenza Covid.

“Potete capire il nostro orgoglio – sottolinea Bearzi – per aver potuto gestire in parte questo test ufficiale. L’intera operazione è stata veicolata dalla società BMP, specializzata in questo tipo di eventi, che ci ha chiesto dover poter far girare le vetture della squadra leader del mondiale rally. In un primo momento non credevo alle mie orecchie, poi ho messo in campo la nostra squadra, quella del Rally della Carnia, straordinaria per entusiasmo e disponibilità. Tutto ciò rappresenta una formidabile carica di energia per tornare in grande stile nel 2021, a dispetto di una pandemia che nella prossima estate speriamo sia debellata o almeno fortemente contenuta”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori