Home / Sport news / Tre Sere, a Minuta il tricolore Juniores

Tre Sere, a Minuta il tricolore Juniores

Continuano le sfide sulla pista del velodromo Bottecchia. Giordani-Plebani sono i nuovi leader

Tre Sere, a Minuta il tricolore Juniores

Terza serata di gare al velodromo Ottavio Bottecchia di Pordenone, accompagnata da un folto pubblico che ha fatto da cornice alle competizioni, rendendo tutto più spettacolare ed entusiasmante e facendo respirare a tutti la serenità e la normalità che non si vedeva dal periodo pre-Covid. Serata all’insegna delle prove Uci riservate agli uomini Elìte e ai tricolori Juniores assegnati nella disciplina dello scratch.

Prove Uci che hanno visto gli atleti impegnati dapprima nello scratch, vinto dal russo Joshua Van Wik e successivamente nella spettacolare americana che ha visto trionfare la coppia italiana Donegà-Moro che ha saputo guadagnare un giro insieme ad altre due coppie e riuscendo a primeggiare, mantenendo tutti a debita distanza di punteggio. Atleti che, ricordiamo, con questi risultati acquisiscono punti importanti in vista delle qualificazioni alle prossime competizioni internazionali come Mondiali e Olimpiadi.

La magia della terza serata ha raggiunto l’apice al risuonare delle note di Mameli. L’inno nazionale, in manifestazioni come questa, rende sempre tutto più fiabesco; in questo caso è risuonato prepotentemente per incoronare Stefano Antonio Minuta portacolori del Gb Junior Team ASD, che questa sera potrà addormentarsi con la maglia verde, bianco e rossa.

Corsa che è ha visto una svolta a metà gara con il gruppo che si è spezzato in due tronconi arrivando alla volata finale che ha visto una progressione senza rivali del porta colori della Gb Junior Team. “Non mi aspettavo questa fuga, ma è andata bene. Questa maglia la dedico alla mia famiglia e ai miei compagni che credono in me”.

Tre Sere, o più correttamente, cinque Sere, che vede un altro cambio di leadership: balzano al comando Giordani e Plebani della coppia 5 (Delle Case Sport) che, con una Madison finale da manuale, strappano la maglia bianco rossa del comune di Pordenone, simbolo del primato, dalle spalle di Tristan e De Lisi. Competizione sempre più aperta che vede un continuo cambio di fronte al comando.

Serata iniziata con la prova della Corsa a Punti a coppie vinta dalla coppia 4 (Friulovest Banca) composta da Donegà Matteo e Simion Paolo che non ci stanno a essere stati scalzati dal primo posto della generale ieri sera e hanno voluto mettere subito le cose in chiaro con una prova di forza acquisendo punti importanti e rimanendo con il fiato sul collo agli svizzeri Tristan e De Lisi. Seconda prova della serata, lo spettacolare Derny vinto dalla coppia 2 (BCC Pordenonese e Monsile) composta da Niccolò Galli e Mattia Pinazzi. Specialità del Derny che porta sempre stupore tra il pubblico che questa sera a Pordenone era presente numeroso.

Americana finale, corsa sulla distanza di 80 giri, che ha visto primeggiare la coppia 5 (Delle Case Sport) composta da Davide Plebani e Carlo Alberto Giordani che, con il guadagno del giro, hanno strappato la leadership della generale.

Questa terza serata è stata caratterizzata da una prova inedita: il Criterium internazionale degli stayer. Stayer che sono stati protagonisti del campionato europeo organizzato proprio a Pordenone nel 2019. Disciplina simile al Derny ma che si corre con vere e proprie ‘moto’ che raggiungono velocità vicine agli 80km/h. Gli Amici della Pista hanno voluto rispolverare anche quest’anno questa spettacolare disciplina che ha raccolto lo stupore del pubblico e non solo. Vittoria che è andata al campione europeo in carica Reiner Honig con il suo pacer Christian Dagnoni che ha preceduto il campione tedesco Harnisch Daniel con il pacer Peter Bauerlein e il francese Emilien Clerè e il suo pacer Francois Toscano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori