Home / Sport news / Tre Sere Città di Pordenone in vetrina

Tre Sere Città di Pordenone in vetrina

Presentata in Municipio la 18esima edizione dell'evento internazionale, in programma al Bottecchia dal 23 al 26 luglio

Tre Sere Città di Pordenone in vetrina

"Il ciclismo, e tutto lo sport in generale, è un settore che riveste un ruolo importante per la collettività e soprattutto per i giovani, perché consente loro di superare quell'individualismo dilagante che sta avanzando nella nostra società". Lo ha detto il governatore della Regione Massimiliano Fedriga partecipando in Municipio alla cerimonia di presentazione della 18esima edizione della manifestazione sportiva "Tre Sere Internazionali Città di Pordenone" in programma dal 23 al 26 luglio.

Teatro della manifestazione, organizzata dalla Asd "Amici della Pista", sarà il velodromo Bottecchia, dove saranno assegnati tre titoli europei, di cui due nella specialità Derny per la categoria uomini open e donne elite e uno nello Stayer (uomini open). Nel corso della competizione saranno disputate anche delle gare che assegneranno punteggi agli atleti in vista delle prossime Olimpiadi.

Alla presenza del sindaco Alessandro Ciriani, del campione Gian Battista Baronchelli, del presidente regionale della Federciclismo Stefano Bandolin e del presidente provinciale della Federazione ciclistica nonché presidente dell'associazione "Amici della pista" Eliana Bastianel, Fedriga ha ricordato l'importanza che riveste lo sport soprattutto nella formazione dei giovani.

"Se il successo normalmente è legato alle medaglie - ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia - la vera vittoria si ottiene quando i nostri giovani riescono a cogliere e a fare propri i valori che lo sport sa trasmettere loro. Sacrificio, impegno, unità sono tutte virtù che aiutano e contribuiscono alla crescita dell'individuo. Quello presente nello sport è un modello sociale da promuovere, perché va a sconfiggere l'individualismo in questo momento dilagante. Troppo spesso siamo di fronte ad una comunità - ha aggiunto Fedriga - che evita la difficoltà, il sacrificio, la sconfitta, tutti elementi però che fanno parte della vita e che aiutano a crescere. Ringrazio - ha concluso Fedriga - gli organizzatori di questa importantissima manifestazione perché oltre a dare lustro al territorio grazie alla presenza di pubblico e di atleti internazionali, porta avanti un messaggio, quello offerto dallo sport, nel quale la Regione crede fermamente".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori