Home / Tendenze / A Cassacco è tempo di Fraie de Vierte

A Cassacco è tempo di Fraie de Vierte

Domenica 15 maggio, il centro collinare ospita la tradizionale festa di primavera della Società Filologica Friulana

A Cassacco è tempo di Fraie de Vierte

Continua la Settimana della Cultura Friulana 2022 che sta riscuotendo notevoli successi e interesse sia per gli eventi in presenza in numerose località di tutto il Friuli sia per quelli online dal sito della manifestazione www.setemane.it.

Tra gli appuntamenti di particolare interesse in questo secondo e conclusivo fine settimana si segnala in particolare la Fraie de Vierte in programma domenica 15 maggio a Cassacco. Il centro collinare ospiterà la tradizionale festa di primavera della Società Filologica che, come ormai da tradizione, è l’appuntamento che conclude la Settimana della Cultura Friulana. Sarà un'occasione per ricordare i tanti intellettuali originari del paese: Bindo Chiurlo, tra i fondatori della Filologica, Luigi Garzoni di Adorgnano, Carlo Sgorlon e Pierluigi Cappello.

Dopo la celebrazione della Messa in marilenghe nella Chiesa di Raspano alle 9.30, i lavori della Fraie inizieranno alle 11 all’auditorium “Garzoni” di Cassacco, dove saranno presentati tra gli altri il numero speciale della Rivista “Sot la Nape” a cura di Carlo Venuti dedicato proprio a Cassacco e il volume “Cultura in Friuli VII” a cura di Marta Varutti e Maria Chiara Visintin che raccoglie gli atti delle edizioni 2020 e 2021 della Settimana della Cultura Friulana.

Alle 17.30, sempre nell’auditorium di Cassacco, è in programma il concerto “Luigi Garzoni di Adorgnano. L’ultimo cantore della civiltà friulana” con l’ensamble di ottoni Brassevonde, sotto la direzione artistica di Marco Maiero, la partecipazione della soprano Giulia Della Peruta e le letture di Massimo Somaglino.

A chiudere l’edizione 2022 della Settimana della Cultura Friulana, alle 21 dal portale online sarà, la messa in onda del docufilm “Atlante della Memoria” di Dorino Minigutti, realizzato e promosso dalla Società Filologica in occasione del proprio centenario, che racconta la storia e la vicenda umana di Ugo Pellis e dell’impresa dell’Atlante Linguistico Italiano in un avvincente viaggio tra Friuli, Torino e Sardegna.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori