Home / Tendenze / A Cividale, torna il Mada Temporary Lab

A Cividale, torna il Mada Temporary Lab

C’è tempo fino al 22 febbraio per designer e artigiane per fare domanda e partecipare al laboratorio

A Cividale, torna il Mada Temporary Lab

C’è tempo fino al 22 febbraio per designer e artigiane per fare domanda e partecipare al Mada Temporary Lab per il 2020. Tra le novità uno spazio per ragazzi e ragazze in cerca di lavoro nel settore culturale. “Un successo che guarda al futuro coinvolgendo i giovani e gli artigiani di Cividale”, commenta l’assessore alla Cultura, Angela Zappulla. Grazie al sostegno della Regione prosegue anche nel 2020 il progetto Mada Temporary Lab promosso dal Comune di Cividale del Friuli e dall’associazione “Noi… dell’arte” per sostenere e valorizzare la creatività, l’arte e l’artigianato al femminile.

È online sul sito del Comune, infatti, il doppio bando per partecipare attivamente alle attività del laboratorio “Mani Arte Donna Artigianato”. Diverse le novità: la possibilità per artigiane e designer di esporre le proprie creazioni anche per periodi flessibili e il bando “Speciale Young” rivolto a giovani tra i 18 e i 35 anni in cerca di occupazione nel settore culturale. C’è tempo fino al 22 febbraio per scaricare il bando, compilare la domanda e inviarla a noidellarte@libero.it.

I bandi saranno presentati durante un incontro gratuito lunedì 10 febbraio alle 17 in Biblioteca a Cividale del Friuli.

La call è rivolta a artiste, designer, artigiane e hobbiste residenti in Friuli Venezia Giulia che possono presentare le loro collezioni e creazioni autoprodotte. Selezionate da un’apposita commissione formata da un rappresentante per ogni realtà promotrice, le donne selezionate avranno un ruolo attivo nel Mada Temporary Lab dove, oltre a esporre e vendere le creazioni, potranno lavorare, sperimentare e far conoscere la propria attività.

Contemporaneamente, invece, il Bando “Speciale Young” chiama a raccolta i giovani, ragazzi e ragazze tra i 18 e i 35 anni, residenti nell’Ambito Distrettuale del Territorio in cerca di occupazione nell’ambito cultuale: affiancheranno, infatti, il team del Mada in varie mansioni dalla fotografia al video making, dall’allestimento degli spazi fino all’organizzazione di eventi. Anche in questo caso le candidatura verranno vagliate dalla commissione e i selezionati verranno inquadrati come Borse lavoro al fine di una crescita professionale e personale multidisciplinare.

“Il contributo regionale ottenuto dal Comune di Cividale viene impiegato con un impegno preciso nei confronti della città”, sottolinea Zappulla che ha sostenuto e promosso il progetto sin dall’inizio, “da qui le due novità del 2020: il coinvolgimento di ragazze e ragazzi tra i 18 e i 35 anni con profilo artistico multidisciplinare, e l’apertura verso artigiane e artigiani di Cividale per creare una rete del saper fare. Il Mada, in quest’ottica, diventerà un brand che lega manufatti di altissima qualità e originalità creati a Cividale del Friuli, una proposta in più anche per il turista che potrà portare con sé un souvenir unico che richiama la bellezza e la storia della città”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori