Home / Tendenze / A Pozzuolo i bambini si sono ritrovati per la fine dell'anno scolastico

A Pozzuolo i bambini si sono ritrovati per la fine dell'anno scolastico

Evento nel pieno rispetto delle regole anti Covid e così gli scolari dopo mesi si sono finalmente rivisti

A Pozzuolo i bambini si sono ritrovati per la fine dell\u0027anno scolastico

Dopo mesi in cui l’unico rapporto con i compagni di classe è stato via internet, i bambini della scuola primaria di Pozzuolo hanno potuto salutarsi per la fine dell’anno scolastico, ovviamente nel pieno rispetto delle regole di distanziamento sociale e di prevenzione alla diffusione del Coronavirus. Forse l’unico caso in regione di queste dimensioni, lo hanno fatto grazie all’iniziativa del Comitato genitori e alla disponibilità dell’amministrazione comunale, che hanno così approntato l’area scolastica/festeggiamenti del capoluogo. Due gli appuntamenti, rispettivamente per il primo e per il secondo ciclo, durante i quali tra balli di gruppo, la propria impronta sullo striscione e una coreografia colorata gli scolari hanno potuto salutarsi almeno ‘dal vivo’ a pochissima distanza, armati ognuno della mascherina d’ordinanza, di salviette e gel igienizzanti e disposti ognuno in un cerchio per garantire il distanziamento. E a tutti è stata assegnata la medaglia di ‘super alunno’ per premiarli del sacrificio fatto durante la Fase 1 e per tutto il secondo quadrimestre a scuola chiusa. A riconoscere questo loro impegno eccezionale anche l’assessore comunale all’istruzione Francesca Scalon.

“Entrambe le giornate – spiega la presidente del Comitato genitori Ilenia Ambrosio - sono state un successo e vedere i bambini sorridenti e felici ci ha ripagato di tutti gli sforzi organizzativi. All'inizio ci sembrava un’idea quasi impossibile da realizzare e facendo scorrere le notizie ci rendiamo conto di avere avuto un grande privilegio che ci rende ancora più orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare. Ci ha motivato la convinzione che era necessario fare qualcosa per i bambini, per dare un segnale che il loro mondo, le loro classi, esistevano ancora al di fuori dello schermo. In mente avevamo solo loro, i piccoli, al di fuori di qualsiasi logica di parte! Questo ci ha permesso di mantenere sempre un atteggiamento costruttivo e di ricerca di collaborazione all’interno della nostra comunità... che ci ha risposto e ci ha sostenuto! Siamo fortunati perché la nostra realtà è ricca di risorse, tra tutti spicca Ivan Duca che ha saputo trasformare in realtà la nostra idea di festa, il supporto dell'amministrazione comunale ci ha dato la tranquillità di sapere che eravamo sulla strada giusta. La partecipazione delle famiglie ci ha fatto capire che avevamo in tantissimi questo desiderio: quasi una necessità”.

Ovviamente, il saluto finale si è accompagnata con l’augurio di vedersi felici e sorridenti a settembre, ma tutti in classe.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori